Denaro per accelerare le pratiche di pensione: dottoressa arrestata in flagranza a Nocera Inferiore

Una dottoressa 64enne di Salerno, medico chirurgo, è stata arrestata ieri a Nocera Inferiore, in flagranza del reato di concussione mentre riceveva una somma in denaro, al cancello d’ingresso della casa di cura Villa Chiarugi. La struttura ha esternalizzato il servizio di guardia medica per i notturni feriali e per i festivi, affidandolo a una cooperativa per la quale presta opera appunto la dottoressa arrestata.

La 64enne era stata nominata consulente tecnico dal tribunale di Nocera Inferiore nell’ambito di un procedimento giudiziario nei confronti dell’Inps, per il riconoscimento dell’invalidità civile ad una portatrice di handicap, una signora 90enne di Nocera Inferiore.

La dottoressa, interpellando il legale dell’anziana, gli aveva anticipato un esito negativo della richiesta, ma aveva contestualmente prospettato una possibile sentenza favorevole in caso di consegna sottobanco della somma di 1000 euro.

L’avvocato ha immediatamente sporto denuncia ai carabinieri di Sant’Antonio Abate. La dottoressa aveva fatto pressioni per fissare un secondo appuntamento presso la casa di cura nocerina, sostenendo di avere una certa urgenza per velocizzare la pratica.

L’arresto è scattato proprio mentre la donna riceveva dall’avvocato dell’anziana la busta contenente 500 euro: manette ai polsi con l’accusa di concussione, la donna è stata rinchiusa nel carcere di Fuorni. Il denaro è stato invece restituito alla vittima.