Dalla pagina social Marco Pittoni: “Fate silenzio e se avete un pizzico di dignità, vergognatevi”.

Due criminali armati di Torre Annunziata fanno un blitz all’ufficio postale di Pagani il 6 giugno 2008. All’interno dell’edificio si trova anche il tenente in borghese insieme a un suo collega che parlano con il direttore. Marco Pittoni fa un “azzardo”, cioè salvare tutti per mezzo di un gesto eroico, disarmando uno dei rapinatori senza usare la propria arma per evitare di inneggiare una sparatoria e coinvolgere eventualmente i civili. Purtroppo non sempre il buono vince sui cattivi come nei film, ma la realtà è ben diversa: uno dei criminali, un giovane ragazzo figlio di un boss, gli spara colpendolo al collo e all’addome. I criminali scappano, invece Marco Pittoni viene portato all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, ma purtroppo non ce la fa.

Dalla pagina social Marco Pittoni il post: “Quindi fate silenzio e se avete un pizzico di dignità, vergognatevi”.

Qualche anno fa un ragazzetto di 15 anni di Torre Annunziata andò a rapinare un ufficio postale, e sparò alla gola ed ammazzò un ragazzo di appena 30 anni. Si chiamava Marco Pittoni, Tenente dell’Arma dei Carabinieri. I familiari non distrussero nessun ospedale, nessuna indignazione, e nessun grido di vergogna “lanciato” in Tv, media, e social, solo silenzio, chiusi nel dolore. Alla mamma gli fu consegnato un tricolore e una medaglietta di ferro dorata.
Quindi fate silenzio e se avete un pizzico di dignità, vergognatevi. Chi è causa del suo male, pianga se stesso.