Crisi industriale e stabilimenti Jabil, JCC e JCI, la Regione presenta le nuove strategie

Vicenda crisi industriale e stabilimenti Jabil, JCC e JCI di Marcianise, Lepore incontra i rappresentanti.

Si è tenuto in mattinata a Palazzo Santa Lucia a Napoli l’incontro tra l’assessore alle attività produttive della regione Campania Amedeo Lepore e i rappresentanti di JCC e JCI , l’ingegnere Clemente Cillo e il Responsabile Risorse Umane Andrea Lo Sasso e le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali FIOM-CGIL, FIM-CISL, UILM-UIL, FAILMS e le Rsu.

Nel corso dell’incontro l’esponente della giunta regionale ha spiegato che l’Ente campano è pronto a dar vita ad una serie di strategie per fronteggiare le situazioni di crisi industriale. La giunta De Luca, infatti, in sinergia con il Governo centrale, ha messo su una serie di piani che dovrebbero convogliare verso un rilancio vero e proprio delle attività.

Soddisfatti del vertice (che tra l’altro fa seguito a quello del 28 ottobre svoltosi presso il Mise), l’ingegnere Cillo, country manager di Jabil, e le organizzazioni sindacali. Cillo, nel dettaglio, ha sottolineato il valore dell’innovazione tecnologica, elemento distintivo dell’attività di Jabil nel mondo e ha dichiarato che “ricerca e trasferimento tecnologico sono i nostri capisaldi – le sue parole – e mai come oggi, elemento imprescindibile di sviluppo. Ora lavoriamo allo studio delle risorse che li rendano possibile e alla creazione di reti e nuove iniziative produttive e di servizio”.

“Con l’utile incontro di stamattina – hanno aggiunto i rappresentanti delle organizzazioni sindacali – si inizia un percorso costruttivo che vede la Regione impegnata per una realtà importante del territorio casertano. Ci auguriamo che possa produrre in futuro risultati che confermino l’attività industriale e mettano in sicurezza anche la salvaguardia dei livelli occupazionali”. Il confronto tra le parti riprenderà in occasione del tavolo di crisi convocato dal Mise per il giorno 24 novembre.