Crisi di governo. Renzi ritira i ministri. «Nessuna pregiudiziale a Conte premier»

Il leader di Iv Matteo Renzi ha annunciato le dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti dal governo. «È molto più difficile lasciare una poltrona che aggrapparsi allo status quo» ha detto Renzi in conferenza stampa alla Camera, spiegando: «La crisi politica non è aperta da Italia Viva, è aperta da mesi».

È stato creato «un vulnus nelle regole del gioco, delle regole democratiche». Poi ha ribadito «fiducia incrollabile nel presidente della Repubblica e nel ruolo istituzionale che ricopre». E sullo sbocco della crisi ha spiegato: «Non abbiamo pregiudiziali sul nome di Conte né sulle formule, l’unico paletto è che non andremo mai al Governo con le forze sovraniste e populiste della destra».

ora tocca a Conte decidere, nessuna pregiudiziale”. Orlando (Pd): “Grave errore di pochi che pagheremo tutti, mentre il Paese affronta con fatica, impegno e sacrificio la più grave crisi sanitaria, sociale ed economica della storia recente, Renzi sceglie di ritirare la propria delegazione di ministri conclude Oralndo