Coronavirus Nocera Superiore – Manzo ribadisce le sue critiche, il Comune mostra il documento del dirigente

Giuseppe Manzo ribadisce che il bando per i posti su suolo pubblico per la festa di Pecorari, pubblicato sull’Albo Pretorio, esiste veramente, per cui non è una bufala.

Ho avuto modo di visionare la risposta fornita dal funzionario del Comune di Nocera Superiore al Prefetto ed al Governatore. L’amministrazione si giustifica agli occhi del Prefetto e del Governatore asserendo che il bando restava valido solo se fosse cessata l’emergenza. Nel bando si stabilisce che le “istanze presentate nelle more del periodo di sospensione per l’emergenza sanitaria saranno ritenute valide laddove la stessa emergenza dovesse cessare. Nel pro forma di domanda allegata al bando alcun condizionamento viene apposto in ordine alla efficacia del bando con la emergenza sanitaria.Il bando nella ipotesi della denegata materiale assegnazione del posto, a prescindere da tutto, può comportare una richiesta di risarcimento danni nei confronti del Comune, pertanto vi chiedo di essere responsabili: ritiratelo!!

Manzo parla anche di altro. La grave situazione in ordine alla pubblicizzazione dei nomi dei soggetti in quarantena di sicuro determinerà consistenti richieste di risarcimento da parte dei soggetti lesi, che si sono visti i loro nomi circolare come untori, senza che nessuno dell’amministrazione abbia chiesto loro scusa, limitandosi a preannunciare una querela contro ignoti, di cui non si conosce nulla e che sicuramente sarà archiviata.

Sapete come andrà a finire che per colpa di chi era tenuto a sorvegliare pagheremo tutti noi cittadini le consistenti e giuste richieste risarcitorie che i soggetti interessati inoltreranno.

Voglio ricordare che non si è capito per quanto riguarda i buoni alimentari la natura dei titoli emessi, se gli stessi sono al portatore o nominali, non credo però legittimo la distribuzione di detti titoli così come redatti che induce a poter negoziare gli stessi per eventuali finalità differenti rispetto a quelli imposti dalla legge, a questo si aggiunga che le restrizioni del bando, ribadisco non previste dalla legge, non consentirà la distribuzione integrale della consistente cifra economica € 215.000,00: questo pone ulteriore problemi!!

Saremo vigili come cittadini ed invito i consiglieri di opposizione e le associazioni del territorio di segnalare al Governo centrale la grave situazione, ieri circolava la notizia che il Comune di Nocera Superiore “stampa moneta contro la crisi” come se i soldi non venissero dalla Stato Centrale!! Invito tutti ad essere responsabili.

RISCONTRO ESPOSTO NOCERA SUPERIORE