Coronavirus – Italia – Sono ancora tante le persone in giro sanzionate

Non bastano i richiami delle autoritè, non basta la minaccia delle sanzioni e nemmeno gli appelli di attori e musicisti famosi: sono ancora tante le persone che violano le norme di distanziamento sociale, il lockdown. Troppe. E qualche volta le violazioni avvengono per motivi banali.

È il caso di un adolescente della provincia di Salerno che, per andare a trovare la fidanzata, ha rimediato una denuncia e una lunga collezione di sanzioni. Stando ai dati diffusi dal Ministero dell’Interno, nella sola giornata di sabato sono stati 229.104 i controlli sulle persone e 87.364 quelli su attivitè ed esercizi commerciali.

Le persone sanzionate amministrativamente per non aver rispettato le misure sugli spostamenti sono state 9.284, quelle denunciate per avere attestato il falso nell’autodichiarazione sono state 54, quelle denunciate per aver violato la quarantena sono state 10. I titolari di attivitè o esercenti sanzionati sono stati 173, le attivitè chiuse 27.

Dall’inizio delle misure più restrittive, entrate in vigore l’11 marzo, le verifiche sul rispetto delle norme hanno riguardato 4.859.687 di persone e 2.127.419 tra esercizi ed attivitè commerciali. Le contestazioni per violazioni ai divieti anti-contagio sono state 176.767, delle quali 115.738 denunce per violazioni dell’articolo 650 del codice penale (“inosservanza dei provvedimenti dell’Autoritè”) e 61.029 per violazioni amministrative, dopo l’entrata in vigore il 26 marzo scorso del decreto legge 19/2020, che ha modificato la disciplina delle sanzioni.

A Roma in meno di un mese la Polizia Locale del Campidoglio ha eseguito oltre 440 mila controlli riscontrando 814 gli illeciti. Le verifiche riguardano in particolare gli spostamenti di veicoli e persone, gli esercizi commerciali, i parchi e le aree verdi. Solo nella giornata di ieri sono stati più di 18 mila gli accertamenti effettuati e 79 gli illeciti rilevati.

Non solo: le pattuglie hanno sanzionato diversi casi di auto con più persone all’interno dello stesso veicolo che circolavano senza valido motivo. Sorprese anche alcune persone a passeggio con i figli in aree distanti dalla propria abitazione. “Ancora una volta dico a tutti i cittadini: restate a casa. è l’unica arma che abbiamo per combattere questo virus. Non abbassiamo la guardia. Insieme ce la faremo”, scrive la sindaca Virginia Raggi su Facebook.