Coronavirus – politici italiani acquistano pagina di giornale per richiamare la Germania alla solidarietà

Besuch Bundeskanzlerin Angela Merkel im Rathaus Köln

Un gruppo di amministratori ed esponenti politici italiani, tanto di centro destra che di centro sinistra, ha comprato un annuncio a tutta pagina sul quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung (FAZ) per spronare la Germania a mostrare una maggiore solidarietà di fronte alla crisi scatenata dalla pandemia di nuovo coronavirus.

“È una sfida che riguarda la sopravvivenza dell’Ue”, si legge nel manifesto. “E se l’Ue non prova che esiste ora, cesserà di esistere”. Oltre che dall’ispiratore dell’iniziativa, l’ex ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda, il manifesto è stato firmato da governatori del nord Italia e da sindaci dei luoghi piu’ colpiti dalla pandemia. Tra i firmatari, oltre a Calenda, Beppe Sala, Giorgio Gori, Stefano Bonacini, Giovanni Toti. È un’iniziativa, spiega Calenda su Twitter, presa “per parlare ai tedeschi perché ricordino come dovrebbe comportarsi un grande Paese durante un’emergenza”.

“Nove Stati europei, tra cui Italia, Francia, Spagna e Belgio -si legge ancora nell’appello – hanno proposto l’emissione di eurobond per far fronte alla crisi. Non si chiede la mutualizzazione dei debiti pubblici pregressi ma di dotare l’Unione europea di risorse sufficienti per un grande ‘rescue plan’ europeo, sanitario, economico e sociale, gestito dalle istituzioni europee”.