Coronavirus – Google collabora con i governi: fornirà “Big data” per tracciare spostamenti.

Google ha deciso di mettere a disposizione delle autorità sanitarie di 131 Paesi del mondo
i dati, aggregati e anonimi, estratti dalla geolocalizzazione dei nostri smartphone. Si è appurato che, nell’arco temporale che va dalla seconda metà di febbraio al 29 metà marzo in Italia l’affluenza in farmacie e alimentari è diminuita dell’85%. Del 94% quella in bar e ristoranti, del 90% l’attività in parchi e giardini e dell’87% l’affluenza nelle stazioni dei trasporti pubblici. Non solo, dai big data di Google si evince anche come un italiano su tre frequenti ancora il proprio posto di lavoro e come, l’unico dato in crescita, riguardi la residenzialità (più 24%), cioè, la presenza più o meno costante, dei cittadini nelle proprie case.