Coronavirus – “Forse è stato infettato il 20% degli italiani“

Lo dichiara Walter Riccardi, rappresentante italiano dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, in un’intervista rilasciata a Il Messaggero. “Fino ad oggi abbiamo visto solo la punta dell’iceberg, con i test sierologici

a campione su vaste fasce della popolazione potremo capire quanto sia stato diffuso il contagio. E sulla base di quei dati decidere le prossime azioni”.

“Dovremo procedere con il campionamento di una popolazione rappresentativa, stratificato in funzione dei gruppi di età e delle aree geografiche”, ha spiegato il medico. I dati così ottenuti “ci faranno capire, dopo questa prima ondata, qual è la suscettibilità degli italiani“.

“Se, come io credo, scopriremo che soltanto il 10%-20% della popolazione è venuta a contatto con il coronavirus, e dunque ha sviluppato gli anticorpi, significherà che dovremo stare molto attenti, perché avremo ancora l’80% degli italiani suscettibili”, ha sottolineato Walter Ricciardi ai microfoni de Il Messaggero. “Ma sia chiaro, le mie per ora sono solo delle ipotesi“, ha tenuto a precisare il rappresentante dell’Oms. I dati, ha aggiunto, serviranno a “decidere le future strategie di prevenzione e di contenimento”.