Coronavirus e calcio, verso le porte chiuse per Juve-Inter

Da quanto emerge dal Consiglio Federale in corso, la FIGC ha chiesto al governo l’autorizzazione per disputare nelle regioni coinvolte dalla disposizione di divieto di manifestazioni sportive (Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Trentino) il prossimo turno di Serie A a porte chiuse.

La Lega Pro ha deciso di rinviare la 9^ e la 10^ per quel che concerne il Girone A e B del campionato, ma, mentre è in corso il Consiglio della FIGC a Roma, si apprende che la Lega Nazionale Dilettanti ha chiesto il rinvio di tutte le gare delle regioni interessate dall’emergenza Coronavirus.

I giocatori del Barcellona saranno sottoposti a dei controlli della temperatura all’arrivo a Napoli. Lo riferisce ESPN che precisa come ogni giocatore che mostrerà segni di debolezza verrà immediatamente portato in ospedale. L’incontro si giocherà regolarmente domani sera al “San Paolo”. La squadra ha lasciato in mattinata la Catalogna per volare verso l’Italia.

In attesa di note ufficiali, secondo quanto riportato da Sky Sport, per la gara tra Juventus e Inter, in programma per domenica sera, si va verso la richiesta di giocare la partita a porte chiuse. In un primo momento si era pensato di poterla posticipare di 24 ore, ma visti gli impegni di Coppa Italia non sarà possibile.