Coronavirus – Controllati dalla polizia municipale con una videochiamata – i parenti dei contagiati

Le videochiamate per certificare la propria presenza in casa. gli agenti della polizia municipale di Salerno – come scrive il quotidiano “Il Mattino” – hanno deciso di utilizzare la tecnologia, e in particolare WhatsApp per far rispettare le misure di contenimento alla diffusione del contagio del coronavirus che sono state prorogate fino a tutto il prossimo 13 aprile. Sia i parenti dei contagiati dal virus sia i salernitani che sono scesi dal nord Italia nelle ultime settimane, sono contattati dai vigili con una videochiamata. Non basta la citofonata, chi viene chiamato deve inquadrarsi a casa per la verifica del rispetto della quarantena.,