Coronavirus – Cina per la prima volta senza contagi, Italia picco previsto per il weekend

La Cina per la prima volta dall’inizio dell’epidemia non ha registrato nuovi casi interni ma l’emergenza Coronavirus muove il mondo.

In Italia il picco è atteso per questo fine settimana e tutto induce alla proroga delle misure restrittive oltre il 3 aprile. A preoccupare è soprattutto la situazione nella provincia di Bergamo, la più colpita dall’epidemia. Il direttore del Dipartimento di Medicina dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII ha lanciato un appello rivolto all’estero, sottolineando la mancanza di personale e di apparecchi di ventilazione per curare i pazienti ricoverati.
Al Corriere della Sera il presidente Conte ha anticipato quindi che il governo è pronto a far slittare le scadenze stabilite dai precedenti decreti, sia quella del 25 marzo, data in cui avrebbero dovuto riaprire gli esercizi commerciali, sia quella del 3 aprile in cui avrebbero dovuto riaprire le scuole. Anche se le misure di contenimento hanno finora evitato il collasso del sistema sanitario, la curva dei contagi è ancora in salita e il picco, inizialmente previsto ieri, avverrà in realtà probabilmente questo weekend.

Per contenere i contagi, Nuova Zelanda e Australia hanno vietato l’ingresso a tutti coloro che non sono cittadini o residenti. La Russia, che ha dichiarato la prima vittima, ha imposto l’autoisolamento di due settimane a tutti coloro che arrivano dall’estero, almeno per il momento.
L’Europa resta però il centro del nuovo focolaio: in Germania è stata superata la soglia di 10.000 contagi e anche in Spagna i casi e le vittime, continuano ad aumentare in tempi e cifre significative.