Coronavirus – Cassa delle ammende per residenze domiciliari e braccialetti domicilari

PCinque milioni di euro sono stati stanziati dalla Cassa delle ammende, in particolare nelle zone più colpite dal contagio del coronavirus per garantire spazi per la detenzione domiciliare. Un’ iniziativa che ha riscosso un unanime apprezzamento nella riunione di oggi della task force sulle carceri del ministero della Giustizia, a cui ha partecipato anche il Garante dei detenuti Mauro Palma. Il Guardasigilli Alfonso Bonafede ha fatto il punto riferendo di aver evidenziato le possibili criticità del sistema penitenziario al commissario straordinario all’emergenza Domenico Arcuri. Nei giorni scorsi si sono, infatti, intensificati i contatti che hanno riguardato la questione dei braccialetti elettronici. Il ministro ha chiesto che la task force si riunisca ogni 2-3 giorni per monitorare l’andamento dei contagi nelle carceri e fra il personale di polizia penitenziaria e valutare concretamente le azioni necessarie.