Corbara, orgoglio per Giordano ancora alla ribalta per i suoi studi

Oggi e domani, in occasione del centosessantesimo anniversario dalla nascita del Fondatore Giovanni Pascale, senatore del Regno Unito, si tiene a Napoli il meeting internazionale: “Advances in Oncology” nel corso del quale Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale” attraverso illustri professionisti, mette in evidenza i suoi progressi, ma soprattutto le innovazioni nel campo dell’oncologia, con riguardo particolare alla Chirurgia, alla Radioterapia, all’Oncologia Medica ed alla Ricerca Traslazionale. Tra i vari interventi quello del professor Antonio Giordano che, via Skype da Philadelphia, ha ringraziato il direttore generale Attilio Bianchi, il direttore scientifico Gerardo Botti, l’avvocato Carmine Mariano e l’amministrazione dell’Istituto per aver reso possibile la collaborazione con la Sbarro Health Research Organization , College of Science and Technology at Temple University. La collaborazione, che vede tra i protagonisti il professor Michelino De Laurentiis e il professor Botti, coinvolge entrambe le realtà scientifiche su una linea di ricerca nel campo della genetica molecolare del mesotelioma, del polmone e della mammella anche grazie all’impegno di tanti giovani ricercatori che lavorano presso i laboratori del Crom Centro Ricerche Oncologiche di Mercogliano e che, pur beneficiando della possibilità di vivere la realtà americana, non sono costretti ad abbandonare l’Italia. «I risultati preliminari – afferma il professor Giordano – sono incoraggianti. Il nostro impegno e le nostre risorse sono tutte focalizzate su nuove concrete strategie terapeutiche che favoriscano gli ammalati, ma anche i giovani ricercatori italiani”.