Coppa Italia Serie C, Paganese-Avellino 2-2, azzurrostellati eliminati

La Paganese già saluta la Coppa Italia di serie C, lo fa col  pareggio al “Torre” per 2-2 contro l’Avellino e con qualche rimpianto, anche in riferimento alla sconfitta di misura sul campo del Bari della prima giornata. La squadra di Erra è stata brava due volte a recuperare lo svantaggio ma non è riuscita a siglare la rete che poteva lasciare qualche speranza in vista dell’ultima giornata del girone eliminatorio, ovvero di Avellino-Bari.

Si comincia con l’applaudito minuto di raccoglimento per Marco Fracas. Sei minuti appena, i lupi del duo Ignoffo e Cinelli. Da sottolineare i meccanismi della difesa di casa non ancora rodati. Verticalizzazione di Zullo per Alfageme, Mattia perde la marcatura del proprio avversario: l’esperta punta si presenta a tu per tu con Campani e lo trafigge con un destro. La Paganese tenta di fare la partita, col possesso palla ma con tante imprecisioni su aperture o ultimi passaggi. Passaggio filtrante di Carotenuto per Diop, che si presenta a tu per tu con Tonti, ma l’estremo difensore riesce a chiudergli lo specchio della porta. Parisi sull’out di sinistra appoggia per Rossetti che calcia di prima intenzione: palla che sfiora la traversa con Campani battuto. Al 40′ Carotenuto entra in area e viene atterrato da Di Paolantonio, nessun dubbio per l’arbitro. Rigore, trasformato da Diop in gol del pareggio.

La ripresa inizia con cross dalla destra di Capece,palla per Perri che a due passi da Tonti conclude a lato. Un altro rigore potrebbe scapparci al 10′ della ripresa. Tocco di mano in area dell’Avellino da parte di Morero, proteste veementi di Diop. Per l’arbitro tutto regolare. L’Avellino esce finalmente dal guscio. Spunto di Rossetti, Pallone messo in mezzo ma nessuno pronto ad accoglierlo. Irpini di nuovo in vantaggio, Cross dalla sinistra di Micovschi per Celjak che con un preciso piattone trafigge Baiocco. Passano pochi minuti ed è di nuovo pareggio, Mattia colpisce di testa anticipando tutti, sul corner battuto da Capece. Albadoro aggira la marcatura troppo fiacca di Sbampato,entra in area, botta centrale che viene respinta con i pugni da Baiocco. cross da posizione defilata sulla sinistra di Scarpa per Dammacco che non arriva sulla sfera. Conclusione di Scarpa su punizione, palla alta sopra la traversa. Guadagni viene atterrato in area, per l’arbitro non è rigore.

PAGANESE (3-5-2): Campani (1′ st Baiocco); Mattia, Sbampato, Schiavino (15′ st Scarpa); Carotenuto, Gaeta (15′ st Lidin), Capece, Bonavolontà, Perri; Alberti (28′ st Dammacco), Diop (41′ st Guadagni). A disp.: Scevola, Pelliccia, Cavucci. All.: Erra.

AVELLINO (3-5-2): Tonti; Zullo (19’ st Njie), Morero, Laezza; Petrucci (14’ st Celjak), Palmisano (37’ st Silvestri), Di Paolantonio, Rossetti, Parisi (15’ st Micovschi); Alfageme, Albadoro (37’ st Carbonelli). A disp.: Pizzella, Falco, Saporito, Corcione. All.: Ignoffo.

ARBITRO: Acanfora di Castellammare di Stabia.

Guardalinee: Piedipalumbo-Nasti.

MARCATORI: 5′ pt Alfageme (A), 41′ pt Diop (P, rig.), 18′ st Celjak (A), 24′ st Mattia (P).

NOTE: Ammoniti: Sbampato (P), Alfageme (A), Celjak (A).