Coppa Italia, Savoia eliminato ai rigori dal Fasano

All’ultimo rigore, nella porta in cui il Savoia riesce a colpire anche due pali. Esce così il Savoia dalla coppa Italia ad opera di un Fasano che vince 4-3 ai penalty dopo lo 0-0 ai regolamentari. Fuori tra gli applausi gli oplontini, che pagano gli errori dal dischetto di Poziello, Cerone e Dionisi. Non bastano 5 limpide palle gol a 0 per portare a casa la qualificazione agli uomini di Parlato, sempre padroni del match se non nel finale della prima frazione in cui è regnato un po’ di equilibrio.

Una sfida infinita anche ai tiri di rigore, che si decidono a oltranza. Fasano subito avanti ai rigori, con Gomes. Poziello colpisce il palo. Diaz e Scalzone segnano, Titarelli calcia a lato e il Savoia si riporta in parità con Diakite nella sua trasformazione da brivido. Corvino e Giunta non sbagliano, poi Coppola si supera all’ultimo rigore su Ganci volando alla sua sinistra, ma Cerone non ne approfitta. Gonzalez segna e Dionisi calcia a lato. Il Savoia è eliminato.

Da sottolineare la platea degli addetti ai lavori. C’erano Accardi per la Paganese, Aiello per la Cavese, il duo di mercato Parlato-Schetter e la coppia composta dai tornati amici Riccardo Di Bari e Gianni Simonelli.