Condannato il maresciallo che si esercitava da guardone

Ci sono anche due soldatesse salernitane tra le vittime del maresciallo “guardone” dell’Esercito, Mauro Ronchiadin, che dinanzi ai giudici del Tribunale di Udine ha patteggiato a 1 anno e 10 mesi di reclusione con il beneficio della sospensione della pena. Il 53enne militare, di Udine, è stato condannato perché spiava con una microcamera le sue colleghe negli spogliatoi e per aver rubato alle stesse biancheria intima. Tra le 23 soldatesse spiate dal militare friulano, infatti, ci sono anche una soldatessa della Valle del Sele e un’altra della Valle Metelliana   FONTE LA CITTA’