Comacchio – Grande attesa per la prima attrazione lagunare di Manufactory Project e Spinafestival

Grande attesa per la prima edizione di Forza d’Attrazione, evento unico che unisce due tra i più importanti festival della scena comacchiese: Manufactory Project e Spinafestival, insieme per dar vita a una nuova collaborazione con l’obiettivo di costruire un progetto artistico omogeneo e consolidato, capace di arricchire, di anno in anno, la realtà culturale della piccola città lagunare.
Lo Stadio Comunale, già palcoscenico delle precedenti edizioni di Manufactory Project che ne ha riqualificato le mura perimetrali, è divenuto ufficialmente un museo a cielo aperto dal nome M.A.U.D. (Museo d’Arte Urbana del Delta), un museo che racchiude oltre 50 importanti firme internazionali, entrando a far parte del circuito museale del Comune di Comacchio.

Spinafestival 2020 si terrà presso la Casa Museo Remo Brindisi al Lido Spina, una villa modernista che ospita una collezione di arte pregiatissima del XX secolo, col suo giardino scultoreo esterno in riva al mare. Spinafestival presenterà al pubblico spettacoli, installazioni, proiezioni di film, concerti e performance: un programma di 3 giorni che permetterà d’incontrare il lavoro di Yuri Ancarani, Francesco Bocchini, Riccardo Buonafede, Romeo Castellucci, CineVillon, DEM, Materia Films, NicoNote, Teatro Medico Ipnotico e ancora Greg Gilg, Frida Split e Peppe Leone (Spina Resident Orchestra).

©️Riproduzione Riservata MN24