Città di Nocera, archiviata la pratica Massa Lubrense con un secco 2-0

Città di Nocera – Massa Lubrense 2-0

Citta di Nocera: Amabile; Ferraioli, Cacace, Criscuolo, Fonzino; Lettieri (18° st Di Pietro), De Liguori, Vitolo (37° st Ciotti); Carotenuto (34° st Cuomo), Scibilia; Marcucci. A disp. Sorriso, Majella, Iuliano, Ferrara. All. Esposito.

Massa Lubrense: P. Fiorentino (50° pt Iaccarino); Vanacore, Buonomo, Esposito, Siniscalchi (18° st Volpe); Gargiulo, Vinaccia (23° st Veniero), Altieri, Vitiello, Perno; Breglia. A disp. Veniero, F. Apreda, Cacace, E. Apreda, R. Fiorentino. All. Russo.

Reti: 30° pt Carotenuto, 21° st Scibilia

Arbitro: Mollo (Castellammare di Stabia); Assistenti: Conte (Napoli); Cerbone (Frattamaggiore)

Ammoniti: Marcucci, Amabile, Ferraioli (CN), Perno (ML)

Espulsi: 22° st Fonzino (CN) per doppia ammonizione, 36° st Buonomo (ML)

Con un secco 2-0 il Città di Nocera ha archiviato senza difficoltà la pratica Massa Lubrense riportandosi a meno uno dal vertice della classifica. Per la gara odierna, mister Pasquale Esposito ha ritrovato Carotenuto dal primo minuto, mentre sul versante opposto mister Giulio Russo ha recuperato Vinaccia e Vitiello. La prima azione degna di nota è arrivata al 9’ con i padroni di casa bravi a rendersi pericolosi con una punizione di Carotenuto deviata da Cacace sopra la traversa. Al 24’ il Massa Lubrense si è fatto vedere dalle parti di Amabile, sfiorando il goal con un colpo di testa di Esposito terminato di poco fuori. Alla mezz’ora sono stati però i padroni di casa a passare meritatamente in vantaggio grazie ad una punizione di Carotenuto sulla quale nulla ha potuto l’estremo difensore Fiorentino.

Nella ripresa il Massa Lubrense è sceso in campo più convinto, riuscendo anche a creare qualche azione pericolosa, ma al 66′ è calato il sipario sulla gara: Carotenuto, autore di una gara favolosa, ha costretto il portiere avversario alla deviazione in angolo e, dal successivo corner, è arrivato il raddoppio dei molossi grazie ad una vincente deviazione di Scibilia. Dopo il raddoppio, il Massa Lubrense non si è più reso pericoloso e ha anche rischiato di subire il terzo goal prima con Scibilia e poi con Marcucci che di testa ha mandato la sfera alta sulla traversa. L’ultimo brivido della gara è arrivato al 75′ con Breglia che, dal limite dell’area di rigore, ha costretto Amabile a rifugiarsi in calcio d’angolo.

Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro ha fischiato la fine di una gara dominata interamente dal Città di Nocera che non ha dovuto faticare molto per conquistare la vittoria. Con i tre punti messi oggi in cassaforte, i molossi hanno accorciato le distanze dal Sant’Agnello, reduce dal pareggio esterno contro la Palmese, portandosi a meno uno dal vertice della classifica .

Carmen Della Mura