Cinema in lutto – Scompare a 104 anni, Olivia de Havilland, la Melania in Via Col Vento

Nuovo lutto nel mondo del cinema, dopo la scomparsa di John Saxon ci lascia anche Olivia de Havilland, aveva interpretato Melania, la remissiva e pudica moglie di Ashley, insidiato dalla cugina Rossella O’Hara, era l’ultima sopravvissuta dei 4 protagonisti di Via col Vento.

Regina dei film in costume dei film di Hollywood, due Oscar all’attivo, aveva 104 anni quando si è spenta nella sua casa di Parigi.

Havilland debuttò nel cinema con “Sogno di una notte di mezza estate”, di Max Reinhardt, nel 1935, per poi continuare con altri 8 film assieme a Errol Flynn, tra i quali “Captain Blood” e “La leggenda di Robin Hood”. Nel 1947 vinse un Oscar come attrice protagonista per “A ciascuno il suo destino” e nel 1950 come non protagonista per “L’ereditiera”. “Fare la cattiva è così noioso”, raccontò durante un’intervista, “Ho sempre avuto più fortuna con ruoli di brave ragazze, perché richiedono molto di più da un’attrice”.

Nata a Tokyo ma cresciuta in California e figlia d’arte di Lilian Augusta Ruse, era sorella di Joan Fontaine, anche lei nel mondo dello spettacolo. Suo padre, Walter Augustus de Havilland, era un noto avvocato specializzato in brevetti e sua madre, Lilian Augusta Ruse, recitava con lo il nome di Lilian Fontaine.

Cresciuta in California, fece il suo debutto shakespeariano nell’adattamento per il grande schermo di “Sogno di una notte di mezza estate”, di  Max Reinhardt.

«La vita – ebbe a dire una volta in una intervista – è troppo piena di eventi importanti. Questo ti appassiona e ti arricchisce molto di più di una vita vissuta nella fantasia, come nei film».