Chiancone e Viscido, vicinissimi anche se distanti

Il mezzo miracolo fatto alla Nocerina, anzi più di mezzo, li ha resi ancora più uniti di prima, anche se quest’anno forse saranno calcisticamente distanti. Come Mastroianni con Fellini, Gerardo Viscido è l’alter ego calcistico, versione allenatore, di Roberto Chiancone. Ora Viscido torna nella sua Battipaglia, nuova avventura in Eccellenza, però dopo aver dimostrato che lui in D ci può stare benissimo. Sergio Picarone, compaesano e altro personaggio già apprezzato in passato alla Battipagliese, è pronto a fungere da direttore sportivo. La cordata che porterà Viscido e Picarone ha vinto la sfida sulla Palo-Coppola, fondamentale l’apporto dell’imprenditore Di Gaeta noto professionista di Battipaglia. Viscido spera di fare in tempo a convincere il suo pupillo difensivo italo–argentino Salto a scegliere la casacca bianconera, lasciando perdere le lusinghe dell’Eccellenza pugliese. Roberto Chiancone non sarà del gruppo, secondo il nostro informatore detto Cosca, ha avuto addirittura proposte per fare il direttore tecnico all’estero. Se deciderà di accettare l’ennesima scommessa, magari si toglierà un altro sfizio, l’ennesimo da 65enne che ha già vissuto una cinquantina d’anni di calcio, raccontando le nuove avventure del pallone al suo amico Viscido, allievo in grado di apprezzarne e tradurne anche i rari silenzi.