Centro Sociale di Pagani, serata all’insegna della solidarietà con Azione Sorriso, Gerardo Amarante e gli Spaccapaese.

3

Si è svolta ieri alle 21 al Centro Sociale di Pagani una serata all’insegna della solidarietà in collaborazione con Azione Sorriso, GMA di Napoli, l’Istituto superiore alberghiero Ipsseo A.Pittoni, Gerardo Amarante e gli Spaccapaese. La sala, gremita di persone, ha accolto numerosi interventi tra cui quello della preside dell’Ipsseo Rosa Rosanna, da tanti anni promotrice di diversi eventi a favore dello sviluppo del territorio, dell’ampliamento delle risorse lavorative e della crescita professionale degli studenti. Subito dopo l’intervento di don Gianluca Di Luggo, uno dei fondatori-coadiutori di Azione Sorriso, ex-studente modello dell’Istituto alberghiero che con le sue parole ha toccato persino le corde degli animi più indifferenti all’iniziativa. Da anni infatti Azione Sorriso si è occupata di costruire in soli due anni (grazie all’aiuto ed al contributo di tanti cuori generosi) un villaggio di 2.700 mq, a Dèvégo, in prossimità del Togo, che ospita oltre 41 bambini orfani, privi di qualsiasi futuro, istruzione o risorse alimentari e idriche. Uno degli ultimi progetti come ci ha spiegato don Gianluca e Vincenzo Carriello, il fondatore dell’Associazione, è quello di creare dei pozzi d’acqua in prossimità del villaggio per garantire ai piccoli di poter usufruire dell’acqua impiegando minor tempo e distanze rispetto alle attuali. A volte infatti ci vogliono ore se non giorni. Per fare ciò don Gianluca ha chiesto che per fare ciò “è necessario propagare quell’acqua di solidarietà di vivere e fare del bene…a cui noi magari non ci facciamo caso, ma per molti può essere e costituire quel dettaglio che fa la differenza, rendendo la prossimità, fonte e acqua della vita”. Indiscusso il successo degli Spaccapaese che con la loro musica “tammurriata”, tipica dell’agro- nocerino-sarnese, i loro canti “fronna ‘e limone” e a “carrettiera” hanno travolto l’intero pubblico. Decisiva, intraprendente e sempre originale nella sua ironia, la presenza del comico, cantante e insegnante dell’istituo Ipsseo, Gerardo Amarante, artista a 360° che con i suoi matches dalla signora Caterina e le sue sorelle “tutte cesse”, alla Regina Elisabetta e il suo “british english” paganesitizzato ha coinvolto di risate l’intera platea. La serata si è poi conclusa con il canto tradizionale di Amarante dei fedeli alla ” Mamma Schiavona”, Madonna Nera del Santuario di Montervergine di Avellino, che si recano in pellegrinaggio e con la premiazione del comico da parte dell’Associazione che lo ha ringraziato del suo costante e immancabile impegno nel sociale.

Ilaria Carbone