Cava, taglio del nastro del Centro per l’Artigianato Digitale

Lunedì alle ore 18.00, il Sindaco Servalli e il Governatore De Luca taglieranno il nastro del Centro per l’Artigianato Digitale (CAD). A seguire, si terrà un incontro di presentazione del progetto alle istituzioni ed agli operatori del settore e dei media, con i saluti del Sindaco Servalli, l’intervento di Amleto Picerno Ceraso, della società Medaarch, gestrice del Cad, condotto da Eugenio Canora, alle 19.30 l’apertura al pubblico.

Il CAD mette a disposizione di artigiani, imprese e cittadini, laboratori di fabbricazione digitale All’interno, ospita il Mediterranean FabLab, primo Laboratorio di fabbricazione digitale del Sud Italia realizzato nel 2012 dalla Medaarch che mette a disposizione degli artigiani, e di chiunque ne abbia bisogno, macchine CNC, tecnologie d’avanguardia e strumentazioni pensate per supportare i talenti italiani del Made in Italy.

Tra i laboratori anche “BIOlogic”, primo biofablab campano, che realizza nuovi prodotti ed applicazioni che possano avere un impatto concreto nella medicina, nella manifattura e nell’edilizia, dove lo sviluppo tecnologico è fondamentale elemento per accrescere la capacità innovativa delle imprese, con uno sguardo attento alla sostenibilità. Ed un WASP HUB, spazio di lavoro dotato di macchine per la fabbricazione digitale, come stampanti 3D di grandi dimensioni per la ceramica e altre strumentazioni con le quali poter sperimentare una nuova manifattura. Un ambiente in cui realizzare oggetti che possono essere utilizzati nelle diverse aree di ricerca individuate da WASP, ovvero i bisogni di base dell’uomo: cibo, salute, casa, energia, fabbricazione digitale, arte e cultura.