Cava de’ Tirreni, veleni e lettere anonime…

Dopo la lettera minatoria, parla il dirigente del Settore Patrimonio, Antonino Attanasio, destinatario dell’avvertimento minaccioso a lui indirizzato e giunto nel suo ufficio di Palazzo di Città qualche giorno fa. La missiva anonima lo invitava senza mezzi termini a fermare il lavoro che sta attualmente svolgendo e, anche secondo lo stesso ingegnere, pare che si tratti dell’attività di accertamento che riguarda l’utilizzo sine titulo di immobili comunali o la mancata corresponsione dei canoni di affitto e le conseguenti disposizioni di sgombero. FONTE LA CITTA’