Catturata l’immagine del Covid-19 in azione

Un sofisticato microscopio che permette di ingrandire le particelle fino a due milioni di volte rispetto alla dimensione reale, utilizzato dai ricercatori della Oswaldo Cruz Foundation in Brasile, ha permesso di fissare in un’immagine il momento preciso in cui il Covid-19 infetta una cellula.

Le immagini consentono di osservare le diverse particelle del virus quando tentano di infettare il citoplasma della cellula. I ricercatori sono ricorsi alle colture cellulari di un primate, la scimmia verde africana, che vive in Sudan e in Etiopia, frequentemente usate nei test in laboratorio.

Si è ricorso a virus isolati nei campioni raccolti dal naso e dalla gola di un paziente infetto, successivamente portati in laboratorio per poi essere osservati attraverso il microscopio elettronico, e fissati in un fotogramma proprio nel momento dell’infezione.