CASTELLAMMARE, LA FESTA SI TRASFORMA IN MOLOTOV CONTRO LA POLIZIA

Molotov contro la polizia impegnati nel sequestro di legna che un manipolo di ragazzini stava trasportando in via Raiola per allestire il tradizionale “Fucaracchio” del rione Spiaggia. E così dopo la vergogna dello scorso anno del falò e della scritta contro i pentiti dello scorso anno nel rione Savorito un altro grave episodio pone Castellammare al centro delle cronache nazionali. E’ stato solo una caso fortuito se la bottiglia incendiaria già innescata non è esplosa e non ha colpito l’auto degli agenti che stavano procedendo al sequestro. E’ a pochi centinaia di metri dal locale commissariato.. C’è stata prima una sassaiola e poi il lancio della bottiglia lanciata contro la polizia e gli operatori del servizio di raccolta rifiuti impegnati nel raccogliere la legna. Poi i ragazzini, tutti incappucciati, sono riusciti a dileguarsi lungo i binari delle ferrovie dello stato. La bottiglia è stata sequestrata e ora gli agenti del locale commissariato, guidati dal dirigente Vincenzo Gioia,  stanno cercando di risalire al gruppo di teppisti anche attraverso la visione delle immagini delle telecamere di video sorveglianza della zona.