Castellammare – Guerriero di nuovo nei guai.

5

Finisce nuovamente nei guai Carmine Guerriero, 33enne del rione Moscarella con numerosi precedenti di polizia. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, l’uomo sarebbe parte integrante dell’organizzazione che si occupava della diffusione abusiva di targhe false e smantellata solamente all’inizio del mese di novembre. La fabbrica del falso aveva sede a Santa Maria la Carità mentre i lavori, secondo una prima ricostruzione, venivano commissionati dal napoletano. E all’interno di questo sistema era presente lo stesso Guerriero che era stato messo alla prova con i servizi sociali dopo una condanna a 5 anni che aveva ricevuto per la diffusione internazionale di banconote false. Gli agenti del Commissariato di Castellammare di Stabia, ieri pomeriggio, su ordine del Tribunale, hanno sospeso la misura a carico di Guerriero che di fatto è formalmente indagato per la questione delle targhe false.