Castellammare – De Giovanni al Museo Archeologico Stabiano

Ieri lo scrittore Maurizio De Giovanni, sostenitore della candidatura di Castellammare di Stabia a città Capitale Italiana della Cultura 2022, ha partecipato al convegno: “Viviani: Materia Viva” tenutosi nell’aula consiliare Falcone e Borsellino di Palazzo Farnese alle ore 17,30. Presenti al Convegno il Sindaco,  Domenico Picone, Presidente del Comitato d’Onore, il professore Pierluigi Fiorenza. Lo scrittore, di cui si apprezzano romanzi di successo come I bastardi di Pizzofalcone, Il Commissario Ricciardi, i cui personaggi hanno ispirato serie televisive note al grande pubblico, prima del Convegno, alle ore 14.00, si è recato al Museo Archeologico Stabiano Libero D’Orsi, inaugurato qualche settimana fa, con una piccola delegazione. “Castellammare di Stabia è la vera Capitale Italiana della Cultura, – sostiene l’autore – perché ha una cultura genuinamente popolare in un mondo in cui la stessa cultura viene sempre più connotata come un giardinetto aristocratico per pochi. E Raffaele Viviani con il suo vicolo è a tutti gli effetti il padre culturale del nostro Paese”.

Tra i rappresentanti del Comitato D’Onore, oltre a Maurizio De Giovanni,  Antonio Polito, editorialista del Corriere della Sera, Luigi Vicinanza, condirettore editoriale di Gedi News Network, Angelo Cerulo, direttore Ansa, Luigi Riello, procuratore generale di Napoli, S.E. Monsignor Francesco Alfano, Vescovo. Ne fanno parte anche attori, sportivi, eccellenze stabiesi.