Castel Volturno, Salvini: chiederà a Trenta l’invio di altri militari

“Chiederò oggi stesso alla collega (ministro della Difesa, Elisabetta Trenta) da cui dipende l’operazione Strade sicure l’invio di altri militari e di fare ancora di più”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini rispondendo al Question Time alla Camera a un’interrogazione sulle iniziative volte a garantire la sicurezza e il contrasto alla criminalità organizzata, in specie alla mafia nigeriana, nell’area di Castel Volturno, con particolare riferimento all’invio di un contingente militare. “Per quanto riguarda Castel Volturno e i comuni del litorale Domitio i numeri dicono che sono complessivamente impiegati 230 militari tra Terra dei Fuochi, antidroga e anticamorra, al contingente di Strade sicure si aggiungono 18 operatori dei reparti prevenzione crimini della Polizia di Stato per integrare gli organici presenti sul territorio”, ha detto ancora Salvini. “Negli ultimi mesi con cadenza periodica sono stati svolti appositi servizi interforze mirati alla repressione del traffico di stupefacenti, con impiego di almeno 30 operatori delle forze di polizia”, ha spiegato il titolare del Viminale ricordando che “domani alle 18.30 sarò a fare il quarto Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza a Napoli cosa che nessun ministro dell’Interno ha mai fatto in precedenza”.