Castel San Giorgio – Il Natale inizia a novembre

Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre l’antico Borgo di Torello ospiterà una due giorni di musica, gastronomia, tradizioni folkloristiche e attività didattiche per i più giovani, tese alla riscoperta dei valori del Natale e alla rivalutazione degli antichi siti storici del territorio comunale. L’Amministrazione comunale guidata da Paola Lanzara in collaborazione con la locale Associazione Santa Barbara, l’Istituto Superiore Professionale per l’Agricoltura e l’Associazione Thule, hanno organizzato l’evento “Ti racconto il Natale” al quale ha fornito la collaborazione anche l’assessorato alle Pari Opportunità e Politiche Giovanile guidato da Giustina Galluzzo.

 

Nel corso della due giorni si potranno gustare eccellenze della gastronomia locale, allietati per le vie del borgo da animazione, danza, tammorre itineranti e spettacoli di artisti di strada. Da non perdere la fattoria di Babbo Natale e il pranzo domenicale con “voce chitarra e fucarone”,

 

A chiudere l’evento, il 1 dicembre alle 18,00 il Concerto del Maestro Espedito De Marino presso la Chiesa di Santa Barbara.

 

Per i più piccoli la manifestazione prevede anche attività didattiche organizzate dall’Associazione Thule presso la Villa Comunale Galluzzo. In via Casa Falco poi, sono previsti i mercatini di Natale: con i maestri artigiani che provvederanno all’esposizione di presepi artistici. Nell’ottica di una rivalutazione dell’antico sito di Torello, inoltre, nei portoni della frazione si svolgeranno alcuni tavoli tematici con le fasi di preparazione dei prodotti culinari e artigianali con esperti del settore che inviteranno i presenti a partecipare al “Come è fatto – cuciniamo insieme” per riscoprire le ricette Natalizie locali.

 

“Un evento che va nella direzione di coniugare la riscoperta delle tradizioni con la spensieratezza dello svago – spiega il primo cittadino Paola Lanzara – I nostri borghi antichi, come lo è Torello, non hanno nulla da invidiare alle contrade di altre località più prestigiose e ci sembra giusto non solo rivalutarli ma permettere a chi vi risiede stabilmente di ritrovare le ragioni di una presenza”.

 

Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore Giustina Galluzzo: “Questa di Torello è soltanto la prima di una iniziativa che mira a restituire specie nei bambini la gioia di una festa che affonda le sue radici nella storia. Porteremo gli spettacoli in tutte le frazioni del territorio coscienti che Castel San Giorgio nella sua unità pur tra tante diversità localistiche può trovare un punto di forza e non di debolezza come è stato fino a questo momento”.