Calcio – Addio alla voce più bella che ha raccontato “Tutto il calcio minuto per minuto”

Una voce straordinaria la sua, del resto chi non ricorda quelle domeniche primaverili o in pieno inverno durante “Tutto il calcio minuto per minuto”.

Nei mesi delle belle giornate primaverili, le piazze dell’Italia intera, dal Nord al Sud, Isole comprese non mancava la radiolina dopo il pranzo domenicale, tutti si ritrovavano per ascoltare la radiocronaca e i vari collegamenti dai campi.

Al suono di apertura della trasmissione, calava un silenzio tombale >>> la sigla storica QUI Composta da Bobby Scott e Ric Marlow, questa è la più famosa versione del celeberrimo trombettista statunitense Herb Alpert & The Tijuana Brass.

Ecco le forti emozioni che si provavano quelle domeniche >>> QUI – La sigla originale che annunciava l’inizio della trasmissione e dei ritagli degli interventi dagli stadi.

>>> QUI , una breve testimonianza dell’autore Guglielmo Moretti e la scaletta storica di “Tutto il calcio minuto per minuto”. Tutti radiocronisti di sesso maschile. Ferretti negli anni 70 e 80 è una delle voci più popolari della trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto” (nella quale debutta nel 1966), sostituendo anche talvolta alla conduzione Roberto Bortoluzzi.

Tuttavia questi mostri sacri delle radiocronache hanno caratterizzato la storia delle trasmissioni del nostro Paese, raccontando a milioni di appassionati le vicende sportive in tempo reale quando, magari, per i motivi più svariati, non potevano assistere ad un evento dal vivo.

Ma chi si trovava alla guida dell’ automobile, durante un viaggio, o uno spostamento di media durata, o in un locale in cui la tv era assente, un radiocronista che aggiornava in tempo reale sugli avvenimenti sportivi.

Voci che rimbombano ancora oggi, undici voci hanno avuto la fortuna nel corso dei vari Campionati hanno raccontato la conquista di almeno uno scudetto, sono quelle degli indimenticabili, Ameri, Ciotti, Viola, Dalla Noce, Martellini, Gentili, Forma e quelle ancora in “campo” Carlo Nesti, Riccardo Cucchi, Francesco Repice, Emanuele Dotto, Giovanni Scaramuzzino,Stefano Bizzotto,Ezio Luzzi e Bruno Pizzul.

Dopo Ameri, Ciotti e Provenzali, con la morte di Ferretti si chiude un’epoca della trasmissione più amata dagli italiani, Ferretti può essere collocato nell’olimpo dei più grandi, una trasmissione seguita da 25 milioni di radioascoltatori.

Una voce da calcio quella di Claudio aveva 77 anni, una voce del ciclismo quella di papà Mario, che raccontò la più grande impresa di Fausto Coppi nel 1949, coniando per lui sulla Cuneo-Pinerolo al Giro d’Italia la frase: «Un uomo solo al comando, la sua maglia è biancoceleste, il suo nome è Fausto Coppi». 

Oggi, con la tecnologia delle pay-tv, gli smartphone permettono di essere sempre aggiornati in qualsiasi momento su ogni avvenimento in ogni parte del mondo, i racconti di Tutto il calcio minuto per minuto fanno parte del passato.

E' morto Claudio Ferretti, voce di calcio e ciclismo - La Gazzetta ...“Claudio Ferretti ci ha lasciato” il messaggio che annunciava la sua morte. “Qui è in una splendida foto con Ciotti, Giobbe e Ameri. Una voce, una straordinaria voce da Tutto il calcio, una voce di ciclismo, dell’atletica leggera. Un compagno delle nostre domeniche con il quale ho avuto l’onore di lavorare”, il ricordo su Twitter del collega Riccardo Cucchi.

Che domeniche ragazzi, le porterò nel mio scrigno dei ricordi !!!

© RIPRODUZIONE RISERVATA MN24