Calabria- Continua il barcollo della Sanità – tante incertezze sulla nomina del nuovo commissario

Ieri sera il CDM che avrebbe dovuto dare ai calabresi la nomina di un commissario è finito nei dubbi e nell’incertezza.
La riunione a Palazzo Chigi si è dilungata per oltre tre ore, ma ancora la scelta risulta difficile.
Molti i nomi presenti sul tavolo del Presidente Giuseppe Conte, tra cui quello dell’ex ufficiale della Guardia di Finanza, Federico D’Andrea, di Pellegrino Mancini, direttore del Centro regionale trapianti, di Francesco Paolo Tronca, ex prefetto di Milano e di Nicola Gratteri, procuratore di Catanzaro.
Secondi fonti dell’Adnkronos la corsa per ripianare questa estenuante attesa in un periodo così critico di emergenza sanitaria, avrebbe delineato la scelta tra Narciso Mostarda, medico che dirige la Asl Roma 6 e l’ex prefetto di Firenze Luigi Varratta.
A decidere la candidatura di Narciso Mostarda, sempre secondo fonti del Corsera, sarebbe stato il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri a cui Speranza, Ministro della Salute, avrebbe quindi dato il via libera.
Molte le polemiche in merito a cominciare dalla Lega di Matteo Salvini che chiede al Governo di focalizzare la scelta “su un manager o di un medico calabrese, che già conosce la realtà da risanare”.
Stasera si attende una nomina che possa finalmente dare una “svolta” sanitaria ad una Regione già sottoposta a diverse difficoltà come l’allerta meteo che da una settimana sta affliggendo tutto il territorio.

© Riproduzione riservata