Bufera nel casertano, arrestati sindaci di Teverola e Vitulazio

Diversi i reati contestati, che rientrano tutti nell'ambito della corruzione

Atto contrario ai doveri d’ufficio, turbata libertà degli incanti e abuso d’ufficio in concorso. Con questi reati i carabinieri di Maddaloni hanno arrestato i sindaci dei comuni di Teverola e Vitulazio, nel casertano, nonché un assessore all’Ecologia e un geologo.

L’arresto con l’accusa di corruzione è stato disposto dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, e rientrerebbe in una più vasta indagine sulla tangentopoli maddalonese.

Per il sindaco di Teverola, Dario Di Matteo, è stato disposto il carcere, così come per l’assessore di Vitulazio Antonio Catone e il geologo (sempre vitulatino) Francesco Criscione; arresti domiciliari invece per il primo cittadino di Vitulazio, Luigi Romano.