Boscoreale today. Resta chiusa nel cimitero e vince al Lotto

Boscoreale today. I fatti di venerdì 26 giugno 

Live On, un successo!

Si è chiusa la prima stagione di Live On. Il programma streaming di Alina Cescofra che ieri è stato trasmesso anche da MediaNews24. I numeri sono stati impressionanti. Boscoreale tutta ha seguito il programma. Un’avventura che ripartirà a settembre con grandi novità. 

Resta chiusa nel cimitero e vince al Lotto

Una donna ha vinto poco fa 200 euro con un terno al 10eLotto. La signora alla fine della pandemia, restò bloccata all’interno del cimitero comunale oltre l’orario di chiusura. Fu per lei un grosso spavento. Da allora, ogni giorno, ha puntato sui numeri 1 (il cimitero), 21 (la femmina) e 90 (la paura). La signora, poco fa, ha riscosso un terno da 200 euro. 

Il malcontento dei commercianti di via Della Rocca 

Come più volte è stato detto, via Giovanni Della Rocca è la principale strada commerciale di Boscoreale. Anche se i suoi marciapiedi sono oggetto di soste selvagge di fatto, posti per parcheggiare non ci sono. Per i commercianti la mancanza di spazi sta diventando un problema. Due dei posti per disabili sono nel parcheggio chiuso della sede cittadina principale di Poste Italiane e un altro si trova di fronte negli stalli riservati ai Carabinieri. 

Giuseppe De Domenico, il titolare del Sara Caffè, si fa portavoce dei commercianti della zona, dopo aver già avuto colloqui telefonici con il consigliere Gaetano Campanile che si sta impegnando per risolvere il problema. “Nonostante via Della Rocca sia l’unica strada commerciale, siamo penalizzati. Hanno eliminato il parcheggio dell’ufficio postale perché credevano che in questo modo avrebbero evitato gli assembramenti nei giorni più critici. Purtroppo non è così. Quello spazio è diventato un ritrovo per ragazzi spesso maleducati, che infastidiscono con schiamazzi i passanti”. “Considerando che l’area non viene usata e che nessuno controlla che le persone in fila all’ufficio postale occupano quegli spazi, è giusto che questi vengano restituiti agli automobilisti”. 

Ancora discariche a cielo aperto 

Il problema strade sporche è ormai una storia senza fine. Sembra che a Boscoreale ogni giorno si cambi luogo per depositare rifiuti di diverso genere. Una sorta di caccia al tesoro, solo che di tesoro non si tratta. Questa volta la strada trasformata in una discarica a cielo aperto è via Barone Massa. Sacchi enormi, neri e maleodoranti sono accumulati sui marciapiedi antistanti parchi abitati da tante famiglie, nuclei con anziani e bambini. Ancora una volta si invita alla collaborazione i cittadini. E’ assurdo come in via Diaz ogni giorno ci sia una montagna di rifiuti di fronte al panificio Euroforno e nessuno fa nulla. Si vive nella monnezza e Nunzio Ariano, amministratore delegato di Ambiente Reale, dovrebbe anche iniziare a guardare il problema da un’altra prospettiva. I cittadini sono incivili, ma forse il calendario della raccolta potrebbe essere ottimizzato.

La maschera è libertà

La professoressa Maddalena Pinto, in collaborazione con l’autrice e presidente  della casa editrice ‘Il quaderno edizioni’ Stefania Spisto e l’avvocato Tiziana Castellano, presidente della Pro Loco – Villa Regina presenterà il libro ‘La maschera è libertà. Storia di un’insurrezione teatrale. 1: Le origini della Commedia dell’Arte e qualche suo personaggio’. Scritto da Robin Summa, figlio del mascheraio, burattinaio e regista di fama internazionale, parigino ma di origini partenopee, Pierangelo Summa. Robin degno erede del padre per la produzione delle sue maschere in cuoio e cartapesta, nel suo libro racconta la storia della maschera attraverso gli appunti del padre che ha viaggiato per il mondo, collaborando anche con Dario Fo. Sarà una presentazione diversa dal solito che vedrà coinvolti non solo gli adulti ma soprattutto i più giovani, impegnati in laboratori teatrali e creativi. È solo la prima delle tante iniziative che potrebbero animare la città grazie a chi con tenacia e caparbietà ha voglia di fare pur vivendo in un ambiente ostile.