Boscoreale. Sprechi d’acqua e rifiuti sempre più ingombranti

 

Boscoreale today. I fatti di venerdì 31 luglio

L’acqua un bene prezioso

Piazza Pace sede della casa comunale di Boscoreale da giorni è impraticabile. La causa è una perdita d’acqua che fuoriesce da una delle tubature proprio al centro della piazza.

Oltre allo spreco di questo bene primario e tanto caro, il rischio è quello di qualche pericoloso incidente ai danni dei cittadini.

Eppure il disagio è al centro città e di certo non è passato inosservato agli addetti ai lavori.
Un immediato intervento della Gori è il minimo che possa accadere.

Ambiente Reale, ancora critiche

I social ancora una volta sono testimoni di ciò che non va in città. Ambiente Reale è nuovamente al centro di critiche.

Da diversi punti della città arrivano lamentele sul mancato ritiro del compostaggio da giardino. Gli utenti oltre a porre domande sui social, hanno contattato gli uffici amministrativi della società partecipata per avere disposizioni in merito.
La risposta è stata: “Gli operatori non raccolgono più porta a porta i rifiuti da giardinaggio. Bisogna consegnarlo di persona al centro raccolta”.
Questa è una comunicazione che i cittadini non hanno mai avuto. Come avrebbero potuto rimediare?

Nel frattempo il contenuto organico dei bustoni fermenta e i cattivi odori si diffondono.
Non bisogna meravigliarsi se la città puzza, vista anche la cappa di umidità che impedisce il passaggio di aria.

Disagi anche nel Piano Napoli di via Passanti Scafati.

Sui marciapiedi ci sono sacchi neri pieni di rifiuti indifferenziati. Inoltre fanno bella mostra, mobili e complementi di arredo.
Ora si dirà che la colpa è di chi deposita e non rispetta le regole.
Ma se i telefoni negli uffici dell’isola ecologica squillano a vuoto, impedendo di prendere un appuntamento per il ritiro, la responsabilità sarà di qualcun altro.

Purtroppo la scarsa o quasi assente comunicazione da parte di Ambiente Reale crea da sempre non pochi problemi.

È necessario un intervento repentino che non coinvolga solo il cittadino ma tutti gli attori di questo spettacolo sempre più drammatico.

Alina Cescofra