Boscoreale, parco Pellegrini spina nel fianco di Casillo e Diplomatico

 

La riapertura del parco pubblico di Pellegrini è caratterizzata da polemiche e dissapori. Appena 48 ore e già la gestione della struttura ha delle grandi falle.
Risolto il problema della mancanza d’acqua, stamattina le mamme si sono trovate davanti ad altri ostacoli.
Gli orari di apertura previsti sarebbero dalle 8 alle 13 e dalle 16 fino alle 23. Di fatto non vengono rispettati. Ieri pomeriggio il parco – denunciano le mamme – è stato aperto alle 17,45 e stamattina alle 9.
Ancora più grave è la situazione dei bagni.
Innanzitutto chiusi, sporchi e con il vetro della porta ancora rotto.
La signora Maria Di Palma ha contattato il responsabile della ditta che si occupa della manutenzione, Carmine Aquino.
Durante la telefonata sarebbero volate accuse e parole grosse.
Aquino avrebbe accusato i ragazzi di aver rotto il vetro, sostituito pochi giorni fa.
La signora Di Palma, che ha presidiato il.parco prima e dopo la riapertura, smentisce la version.
“Il vetro non è stato sostituito.
Alla cerimonia di riapertura era in queste condizioni e non si accusano i ragazzini”.
E sulla questione bagni è andata ancora peggio. Alla richiesta della signora sul perché fossero chiusi, la risposta è stata: “Nella fretta non sono stati aperti e i ragazzi possono andare a casa loro in bagno”, avrebbero risposto. Ovviamente siamo disponibili a sentire anche l’altra versione dei fatti sulla questione bagni.
Considerando la sfilata politica di appena qualche giorno fa, agli applausi per la riapertura seguono anche le responsabilità.
Sperando che, chi è stato in prima linea
prendendosi i meriti della riapertura, come Mario Casillo e Antonio Diplomatico, già da oggi affronti la problematica.
A volte, bisognerebbe cambiare punto di vista, perché non sono solo i ragazzi che hanno bisogno del parco, ma è anche il parco ad aver bisogno dei ragazzi.

Aggiornamento delle ore 13

Alle ore 12.30 una squadra di operai si è recata sul posto per aprire e pulire i bagni.

 

Alina Cescofra