Boscoreale. La preside della scuola Marchesa replica al sindaco, il giallo del post di Adriana De Falco

Di Alina Cescofra

“Alla scuola Marchesa non hanno saputo organizzarsi, per una buca che poteva essere coperta non hanno differenziato gli ingressi creando assembramenti tra i genitori che accompagnavano i loro figli”. Queste le parole del sindaco di Boscoreale Antonio Diplomatico a MediaNews24.

Parole che non sono piaciute alla professoressa Maria Vorzillo, la nuova dirigente scolastica della Castaldi – Rodari della frazione Marchesa, che attraverso MediaNews24 replica al primo cittadino.

“Il plesso scolastico a Marchesa ospita un gran numero di alunni nello stesso stabile. Oltre all’infanzia ci sono le classi della primaria e della secondaria. Inevitabilmente all’esterno si possono creare assembramenti, nonostante abbia stabilito orari differenziati di ingresso e uscita”, replica la dirigente.

La professoressa Vorzillo illustra in maniera precisa la situazione. “La scuola a Marchesa è il plesso principale del 3° Circolo cittadino dove ci sono anche gli uffici. Ha due ingressi: uno più grande proprio su via Marchesa e l’altro più piccolo in via Sergianni. Entrambi si trovano su strade trafficate e a tratti pericolose” . “L’ingresso principale – prosegue la dirigente – è ostacolato non da una buca ma da un vero avvallamento. Per risolvere potrebbe non bastare solo un po’ di cemento (come ha affermato il sindaco). Inoltre, da mesi, sono parcheggiati tre scuolabus, inutilizzati e pericolosi, di proprietà del Comune”.

La preside Vorzillo racconta che non sono mancate le richieste di aiuto all’ente di piazza Pace. “Abbiamo inviato diverse pec nelle quali chiedevamo interventi risolutivi. Si potevano chiudere le buche mettendo in sicurezza l’ingresso principale. Un’altra soluzione poteva essere la chiusura al traffico della strada dell’ingresso più piccolo, almeno per 40 minuti, negli orari di entrata e di uscita degli alunni. I genitori, in questo modo, avrebbero potuto attendere lungo la strada e non accalcarsi. Purtroppo, finora non ci sono stati interventi di manutenzione e la mancanza di vigili urbani rende complicata la gestione del traffico nel tratto di strada indicato”.

Una situazione resa ancor più paradossale dalla presenza, nell’istituto scolastico, della consigliera Adriana De Falco che ha delega alla scuola. E’ l’istituto presso il quale lavora. Non solo la consigliera riporta, senza citare la fonte, parte dell’articolo di MediaNews24 (paura di pubblicizzare il lavoro altrui?), ma addirittura lancia una stoccata al sindaco senza però citarlo direttamente. E scrive sul suo profilo Facebook: “I giudizi affrettati, non sono mai d’aiuto e in ogni caso, non cambiano le cose”.

Anche i genitori hanno le loro responsabilità, non è necessario anticiparsi o attardarsi all’ingresso della scuola per l’inutile chiacchiericcio che si genera. Di fatto, però, il bisogno di interventi mirati per i lavori al plesso è sotto gli occhi di tutti.