Boscoreale. Il Covid frena le celebrazioni e le attività commerciali

4

Oggi 4 novembre è la Giornata dell’Unità Nazionale delle Forze Armate ma a Boscoreale non ci sarà la tradizionale cerimonia a Piazza Pace.                                                            Il sindaco, Antonio Diplomatico, nel rispetto delle norme anti contagio ha preferito annullare la cerimonia commemorativa. Cerimonia alla quale negli anni passati hanno preso parte anche le scuole del territorio.
“Ho ritenuto opportuno, anche in linea con l’orientamento nazionale che ha ridotto sensibilmente tutte le iniziative commemorative, annullare la tradizionale celebrazione del 4 novembre che quest’anno cade in un momento particolarmente critico a causa del diffondersi dell’epidemia da Covid-19 – spiega il sindaco Antonio Diplomatico -. Un pensiero ed un augurio alle Forze Armate che quotidianamente con coraggio e dedizione sono impegnate in difesa della nostra sicurezza e della difesa dei nostri diritti costituzionali” .

La città è avvolta nel silenzio. Boscoreale con i 150 casi di positività comunicati ieri e con la dipartita di una concittadina, sembra essere ritornata al mese di marzo. Pieno lockdown.

Ma i commercianti boschesi continuano a dimostrare senso di responsabilità. Dopo le chiusure preventive dei giorni scorsi della Macelleria Vitiello e del negozio di biancheria Magie Bianche, questa volta ad abbassare la serranda è il negozio di abbigliamento per bambini e ragazzi Baby me di Anna Rita Pane, in via Tenente Angelo Cirillo.

La titolare in un post su Facebook ha comunicato alla clientela la chiusura momentanea, in attesa dell’esito del tampone che verrà effettuato nei prossimi giorni, in seguito a contatto con un caso accertato di positività al Covid.

La commerciante rassicura sul fatto di aver sempre rispettato i protocolli previsti.

Nel frattempo, la speranza di tutti è che i casi diminuiscano e che questo buio che si sta vivendo diventi solo un ricordo lontano.

Alina Cescofra