Boscoreale. Dati incoraggianti, 1 caso di positività e 19 guariti

La zona rossa a Boscoreale, sta funzionando? Dai dati di oggi sembra proprio di sì. Dall’ente di Piazza Pace arrivano notizie incoraggianti.

Su 84 tamponi effettuati si registra 1 caso di positività e ben 19 guariti. Scende così all’1,19% il rapporto tra i tamponi effettuati e i casi di positività. Un miglioramento che porta i casi totali di positività a 377 e i guariti a 107.

Nel frattempo però non si placano le polemiche sulla riapertura delle scuole. I bambini in classe sono pochi e sempre più genitori chiedono di continuare con la Dad.

La dirigente della scuola Dati, Pasqualina Del Sorbo, racconta cosi il primo giorno di scuola. “Rientro ordinato e composto. I piccoli( non tantissimi) sono rientrati felici nelle loro aule.

Monitoreremo le presenze di questi giorni con la speranza che tutto proceda per il meglio” .

La dirigente ha fatto installare anche i termoscanner per un maggior senso di responsabilità, anche perché il suo desiderio è ricominciare a pieno regime. E come previsto dall’ordinanza regionale le attività scolastiche non si sono  fermate per i bambini disabili. Alla scuola Dati i gli alunni con disabilità si sono impegnati e divertiti con la pet therapy.

Notizie differenti arrivano sulla scuola Cangemi. Notizie non  ufficiali parlano di probabili doppi turni e chiusura della scuola dell’infanzia per l’ennesima volta. Situazione di disagio causata dalla mancata consegna della scuola alla città, per problemi di natura economica.

Dubbi che potranno essere sciolti soltanto dal primo cittadino Antonio Diplomatico e dal vicesindaco Francesco Faraone, che ha la delega all’edilizia scolastica.

Nel frattempo si attende il prossimo Dpcm che dovrebbe regolare le festività natalizie e dare indicazioni su un probabile rientro a scuola di tutti i gradi e gli ordini.

 

Alina Cescofra