Blitz del Portici al Solaro: Vrola lancia accuse di combine. Secca replica dei granata

Primo tonfo in campionato per l’Herculaneum dopo ventisette risultati utili consecutivi. Al Solaro passa il Portici con un perentorio 3-0, nel segno di Di Ruocco, Fava Passaro e Murolo. I tre punti consentono all’undici di Borrelli di consolidare il quinto posto, ma scatenano un polverone che fa ben più rumore della notizia della prima sconfitta in campionato dell’ormai promossa capolista.

Ad alzare la voce, il presidente della Sessana (che col successo di Procida mantiene due punti di vantaggio sul Portici), Isidoro Vrola, che dalla propria pagina facebook ha lanciato delle accuse ben precise all’indirizzo dei granata.

Durante questa settimana, tesserati del Portici hanno riferito di accordi tra i dirigenti delle due società per favorire la vittoria del Portici. Volete sapere com’è finita la partita? 3-0 per il Portici. Peccato, pensavo fossero solo chiacchiere da bar e da spogliatoio, invece è la realtà. A noi della Sessana le partite piace vincerle sul campo, ad altri, nel bar e negli spogliatoi”.

Non si è fatta attendere la replica dell’Herculaneum, anche in questo caso attraverso la pagina social.

Nessuno si permetta di infamare il nome e l’immagine della società A.V. Herculaneum 1924. Il presidente onorario Alfonso Mazzamauro dopo la partita ha chiesto scusa al pubblico per la partita non all’altezza e per l’imbattibilità persa, che era un vero obiettivo, come dichiarato più volte da tutti. Sarà la giustizia sportiva a parlare e se ci dovessero essere gli estremi si adiranno le vie legali nei confronti del presidente della Sessana Vrola e di chi altro dovesse fare simili illazioni“.

Quindi, la ferma presa di posizione del Portici, che ha rispedito al mittente ogni accusa.

Intollerabile leggere frasi del genere. Ora il sig. Vrola deve assumersi le sue responsabilità per queste parole diffamatorie. Il Portici è una società che fa della trasparenza un suo punto cardine e non può accettare simili illazioni, che si chiami l’Ufficio Indagini per iniziare un’inchiesta su questa partita. La nostra società non ha nulla da nascondere, perché ogni vittoria, anche la più impensabile e inaspettata come quella di oggi, è frutto di sudore e sacrificio e non accettiamo che venga infangata in questo modo becero e puerile. Noi cammineremo sempre a testa alta, da oggi c’è chi non può farlo più, anzi, ci auguriamo con tutto il cuore che l’Ufficio Indagini faccia chiarezza, così da sgombrare il campo da qualsiasi sospetto, per giunta sollevato da una persona che lo scorso anno, dopo Sessana-Portici, si è inventato di sana pianta una storia su Pasquale Borrelli, nostro attuale allenatore. Storia che gli organi competenti hanno poi totalmente smontato. Noi saremo sempre dalla parte della verità e non è nostro costume lanciare accuse destituite di ogni fondamento. Per noi parleranno sempre i fatti“.