Bisceglie-Paganese 4-3, azzurrostellati retrocessi in D, almeno per il momento

Sul campo la Paganese oggi è retrocessa. Una squadra che tra campionato e spareggi salvezza arriva ad incassare un’ottantina di gol, è specchio evidente di fragilità, pur a fronte dei miglioramenti dell’era Erra per giocare quasi con le parole. Prendere quattro gol nel primo tempo della partita quasi decisiva, è stato un suicidio calcistico, anche se la reazione è stata da uomini veri. Al Bisceglie toccherà andare a giocarsi la salvezza sul campo nel doppio scontro con la Lucchese. Ma la Paganese forse saluta solo momentaneamente la C, le speranze di ripescaggio sono notevoli, è giusto anticiparlo nel giorno più triste. Inizio da incubo per la Paganese, il vantaggio di partenza che è il 2-1 dell’andata vien risucchiato dopo appena due minuti. Il Bisceglie va a segno con Starita. Azi

BISCEGLIE: Vassallo; Calandra, Markic, Zigrossi, Giron; Triarico, Giacomarro, Risolo; Cuppone, Starita (79’Bangu), Parlati (87′ Mastrilli). Allenatore: Vanoli.

PAGANESE: Santopadre;Tazza (79′ Carotenuto), Piana, Stendardo, Perri (46′ Della Corte); Navas (59′ Alberti), Capece (87′ Di Renzo), Gaeta (46’Fornito); Scarpa; Cesaretti, Parigi. Allenatore: Erra.

ARBITRO: Sozza di Seregno

RETI: 2′ Starita, 9′ Cesaretti, 14′ autorete Stendardo, 20′ su rigore Triarico, 37′ Parlati, 68′ Cesaretti, 73′ Alberti

NOTE: ammoniti Piana, Tazza, Fornito.