Basket A2, Scafati perde in casa con Agrigento

Agrigento entra subito bene in partita con una tripla di Bell alla quale risponde prontamente Ammannato. Al terzo le due squadre rispondono colpo su colpo, (6-6). Scafati sin dalle prime battute raggiunge subito il bonus, ed è subito gravata da problemi di falli individuali(3 Rossato, 2 Italiano).A tener in partita Scafati è uno straordinario Marco Ammannato (9 p.ti). A 3 minuti dal suono della prima sirena il tabellino dice Agrigento avanti di 3 (15-18). Ammannato da solo sta affrontando la difesa di Agrigento e soprattutto sta sopperendo anche alla difesa ballerina di Goodwin. Allo scadere dei primi 10 minuti di gioco il punteggio è (22-22).

Alla ripresa della contesa subito Romeo realizza la prima tripla della sua partita, alla quale risponde una supre Agrigento con un parziale di (0-7), e il punteggio a 7 dall’intervallo lungo dice (25-29). Scafati cerca in tutte le maniere di contenere l’attacco agrigentino ma non ci riesce per nulla a 4’44 dal termine il punteggio dice +9 per Agrigento(26-35). Scafati cerca soprattutto tramite iniziative personali di combattere lo strapotere difensivo di Agrigento senza però riscuotere successo; di tutt’altra natura  è l’attacco agrigentino che con il pick and roll trova gioco facile nella difesa molle scafatese. Dopo il timeout di coach Lardo, Scafati sembrerebbe sia riuscita a trovare le contromisure ad uno strapotere sia difensivo tanto offensivo dei siciliani. A 2 min. dal termine il punteggio è (32-35). Purtroppo i quai per i giallo-blu non sono finiti, i troppi falli personali si fanno sentire ed Agrigento a gioco fermo dalla lunetta torna ad allungare sul +7 a 50″ dalla sirena. Il secondo periodo termina (36-41).

Alla ripresa delle ostilità Scafati conferma la sua attitudine giornaliera a commettere falli su falli, dopo meno di un minuto di gioco Italiano commette subito due falli e raggiunge quota 3 costringendo Lino Lardo ad un cambio immediato. Scafati sembra molto più concentrata ed il palamangano diventa una bolgia, al terzo il punteggio dice (41-41). Scafati continua a non avere un gioco ed alterna momenti di grande spolvero a momenti di assuluta nostalgia del canestro. In questo terzo quarto Agrigento ha dominato la contesa al rimbalzo offensivo. Il terzo periodo termina (54-55).

Gli ultimi dieci minuti si aprono con una grandiosa tripla di Bell da 9 metri (54-58). Scafati è ancora una volta molle sotto ogni punto di vista, e il suo capitano Ammannato oggi fa la voce grossa e cerca di riprenderla da solo. A 5 min dal termine il punteggio dice (64-65). A 4 dal termine Scafati raggiunge la parità con un libero di Rossato (65-65), pronta la risposta di Agrigento con una tripla di Pepe e una di Bell, a 2.26 dall’ultima sirena il punteggio dice +6 per la squadra di coach Ciani (65-71). Scafati non molla la gara ed ancora grazie ad Ammannato si avvicina ad 1.02 dalla fine (70-71). A 20″ dal termine due liberi di Ambrosin portano Agrigento sul +3 (70-73). Sulla rimessa successiva una fantastica tripla di Thomas riporta il match in parità (73-73). Ci sarà overtime.

L’overtime si apre con due liberi di Ambrosin(73-75) ai quali risponde Sgobba (75-75). A 3 dal termine del supplementare Goodwin porta in vantaggio Scafati (77-75), a cui risponde Bell (77-77). Il punteggio resta bloccato sul(77-77) fino ad un minuto dalla fine (77-80) a cui risponde un libero di Contento(78-80) ed un libero di Thomas (79-80). A 12″ dal termine Pepe realizza due liberi (79-82) che chiudono la contesa. il risultato finale è (79-84)

Tabellini

Scafati: Goodwin 8, Romeo 5, Contento 12, Ammannato 24, Rossato 5, Thomas 21, Italiano 2, Sgobba 2. Coach Lino Lardo.

Agrigento: Bell 20, Cannon 6, Cuffaro, Sousa 9, Ambrosin 15, Zilli, Pepe 17, Fontana 9. Coach Franco Ciani.

Note parziali: (22-22),(36-41),(54-55),(73-73),(79-84)