Avellino – Quaglietta per Ferragosto diventa il Borgo delle Favole

Ci sono storie e favole, ci sono paesi con caratteristiche di vita che secondo la leggenda nascono come presidi militari, utilizzati in passato dai romani per deportare una parte dei Piceni che diedero il nome ai monti definiti appunto Picentini e al fiume Piceglia che attraversa questo territorio. Con il medioevo uno sperone roccioso che si erge solitario nella vallata viene scelto per ospitare una poderosa fortezza in chiave anti saracena. Documenti della metà del 1100 citano un presidio militare dove venivano , tra l’altro, addestrati i cavalli del re.

Immaginate di catapultarvi dopo un periodo di caos della vita quotidiana, del caldo torrido che in questi giorni vede quasi tutta l’ Italia nella morsa del caldo.

Solo per un istante vi allontanerete e riuscirete a calarvi in una dimensione di quiete e magia in cui il tempo sembra essersi fermato.

Dopo il successo del primo week end, fervono i preparativi per lo special two day del 15 agosto e 16 agosto

In un villaggio delle favole di epoca medioevale, immerso nel verde e nella natura, dove principesse, pirati, fate e cavalieri vi condurranno fino al castello baronale dove tanto tempo fa sì avverò uno straordinario prodigio. E di cui ancora oggi se ne respira la magia. Smettete di immaginare perché questo prodigio si rinnova con la fantasmagorica kermesse “Il Borgo delle Favole” di scena al Borgo medievale di Quaglietta, al via l’8 agosto e che si protrarrà fino al 16 del mese.

La manifestazione, promossa dalla società “Animazione in corso Srl” di Aurora Manuele nell’ambito del progetto sociale di esclusiva produzione “Ma dove vivono i cartoni?” ha il patrocinio del Comune di Calabritto (AV) nella persona del sindaco Gelsomino Centanni e la sinergia della Pro Loco “Aquae Electe”.

Boom di presenze per il primo week end (8-9 agosto) quando centinaia di visitatori provenienti da diverse parti della Regione ed anche da fuori Campania, hanno scelto Calabritto per un’escursione turistica e dalle 17 a mezzanotte hanno varcato la soglia del fantastico Borgo di Quaglietta per assistere alle rappresentazioni di “Ma dove vivono i cartoni?”

Fin dalla soglia fino in cima si snoda un percorso fantasy in cui i visitatori, grandi e piccini, si imbattono in personaggi, scorci, scene live, attività creative e ludiche che fin da subito catapultano in un’altra dimensione. Complice la bellezza del borgo antico, con i suoi anfratti di storia millenaria, la professionalità della carovana artistica di “Ma dove vivono i cartoni?”, diretta dal regista Francesco Chiaiese, e il clima fresco e benefico della Val di Sele. Grande successo per la notte di San Lorenzo quando i visitatori insieme ai personaggi delle favole sono saliti in cima al castello per ammirare le stelle cadenti.

Camminando per le viuzze del Borgo, tra casette in pietra con i tetti a spiovente, puoi incontrare la Fata Smemorina, la dolcissima Alice nel Paese delle Meraviglie, Robin Hood che insegna a tirare con l’arco, austeri pirati e persino uno stralunato ma affascinante Jack Sparrow. E ancora Mary Poppins, Can Caminì Spazzacammin, Alladin, il furbetto Gatto con gli Stivali e tanti altri… la fantasia prende vita insieme a te.

Poi ci sono i live: vere e proprie rappresentazioni teatrali delle favole classiche e Disney più amate. Come la storia di Frozen, di Robin Hood, de La Bella e la Bestia, il Pirate Party e tanto altro ancora.

Curati nei minimi particolari tutti gli allestimenti come la strepitosa casa di Biancaneve che si può visitare ascoltando storie e aneddoti sui 7 Nani proprio dalla meravigliosa principessa dalla pelle bianca come la neve… Oppure l’angolo da sogno di Mary e Bert.

Non sembra di assistere a rappresentazioni teatrali ma di far parte di esse, di vivere nelle favole. Di passare, come per magia, da spettatore ad attore protagonista. Così i grandi tornano bambini e i bambini volano liberi nella dimensione della loro fantasia. Tutto questo e molto altro per lo speciale party di Ferragosto con le due giornate speciali e ricche di sorprese di sabato 15 e domenica 16 agosto dalle 17 a mezzanotte.

“La compagnia è inebriata dall’affetto e la stima di tutti i visitatori che stanno accorrendo da diversi luoghi – asserisce la dottoressa Aurora Manuele – e sta lavorando no stop per un week end di Ferragosto davvero indimenticabile. Ringraziamo il sindaco di Calabritto, il presidente e lo staff della Pro Loco “Aquae Electae” e tutta Quaglietta che è la dimensione ideale perché il nostro progetto si esprima al meglio. Con “Ma dove vivono i cartoni?” intendiamo raggiungere un duplice obiettivo: regalare momenti di arte, cultura e divertimento alle famiglie per vederle unite e affiatate e portarle in giro per la Campania alla scoperta di luoghi da favola che vanno scoperti e valorizzati. Vi aspettiamo in numerosi per un week end di Ferragosto ricco di emozioni e sorprese”.

Non solo favole ma tanta natura e siti da visitare per una vacanza a Calabritto,  la perla valselese nel parco regionale dei Monti Picentini.  Calabritto è nota per le sue cascate tra le più alte dell’Irpinia, la vicina Oasi WWF, i sentieri, le sorgenti, i laghi e le antiche chiese incastonate nella roccia. Ottimale, cioè per il turismo naturalistico, trekking, ecoturismo, cicloturismo e per quello religioso: tra le chiese quella di Santa Maria di Costantinopoli, quella della Madonna della Neve e a pochi minuti il Santuario di San Gerardo Maiella. Calabritto, inoltre, si trova a 10 km dall’autostrada Salerno-Reggio Calabria con uscita al casello Contursi Terme: luogo strategico per pernottare e visitare le bellezze delle due province.

FOTOGALLERY

Info e prenotazioni 081/8678369 – Whatsapp 327/2540679

Borgo di Quaglietta a Calabritto (Av)

Dall’8 al 16 agosto dalle 17 alle 24

Sabato 15 e domenica 16 dalle 17 a mezzanotte

Come si arriva?

Sulla Salerno-Reggio Calabria uscire a Contursi Terme e proseguire per 10 km

Strada Statale 91 che dista 3 km dal bivio di Calabritto