Avellino-Cavese 0-0, occasioni da una parte e dall’altra

Uno striscione con scritto “Rispetto!”: così i tifosi della Curva Sud dell’Avellino mandano un messaggio per quanto riguarda le problematiche che stanno coinvolgendo la società irpina. Lo ‘zoccolo duro’ ha deciso di disertare la sfida odierna, mentre è sold-out il settore ospiti: sono 400 i tifosi provenienti da Cava de’ Tirreni per sostenere la Cavese. Al 15′ la prima conclusione del derby, Germinale ci prova con un destro potente dai 25 metri, ma palla che termina alta sopra la traversa. Passano quattro minuti, conclusione magistrale da parte del numero 7 che sfiora il palo alla sinistra di Dini. Cavese vicina al vantaggio.Altro cross dalla destra rasoterra con l’inserimento di Spaltro che calcia a botta sicura ma si immola Morero per salvare la porta di Dini. L’Avellino prova a reagire. Cross di Parisi dalla sinistra, taglio del numero 37 che manda alto sopra la traversa. Nel recupero, ecco la migliore occasione del primo tempo per l’Avellino: lancio a cercare e trovare Parisi, cross arretrato dell’esterno per l’ex di turno Sandomenico, che calcia al volo ma non inquadra la porta. Secondo tempo, prima vera emozione al 20′. Micovschi porta l’Avellino ad un passo dal vantaggio con un calcio di punizione dal limite dell’area calciato dal numero 19 che si stampa sul legno. Ancora Avellino. Stacco di testa perfetto di Morero sugli sviluppi di un corner ma non tiene bassa la palla che termina alta. La Cavese risponde con Sainz Maza, conclusione del neo-entrato dal limite dell’area: palla a lato. Vola il portiere della Cavese Bisogno, mettere la palla in calcio d’angolo sulla conclusione insidiosa di Ferretti col mancino. Cross di Sainz Maza su calcio di punizione, il difensore svetta più in alto di tutti e manda alto sopra la traversa di poco.Telefonato il calcio di punizione battuto da Di Paolantonio. Minuti di recupero, il classe 2001  De Luca riceve da Sainz Maza che il suo destro si stampa sulla parte alta della porta difesa da Dini. Cavese di nuovo vicina al colpaccio, un paio di minuti dopo, conclusione rasoterra del centrocampista Bulevardi, parata di Dini.

Avellino (3-4-3): Dini; Celjak, Morero, Illanes; Rizzo (5′ st Izzillo), De Marco (40′ st Alfageme), Di Paolantonio, Parisi; Micovschi, Pozzebon (5′ st Albadoro), Sandomenico (5′ st Ferretti).A disp.: Tonti, Zullo, Rossetti, Bertolo, Njie, Evangelista, Federico. All.: Capuano.

Cavese (4-3-3): Bisogno; Polito, Matino, Marzupio, Ricchi (27′ st Nunziante); Bulevardi, Matera (26′ st Sainz-Maza), Castagna (44′ st De Luca); Di Roberto (44′ st Cernaz), Germinale, Spaltro. A disp.: Abibi, Paduano, Mirante, Romano. All.: Campilongo.

Arbitro: Marcenaro di Genova. Assistenti: Niedda e D’Elia di Ozieri.

Note: ammoniti 21′ pt Matera, 15′ st Ferretti, 17′ st Polito, 45′ st Morero per gioco scorretto, 11′ st Germinale, 19′ st Matino, 19′ st Albadoro, 20′ st Marzupio, 20′ st Ricchi, 26′ st Bisogno, 28′ st Izzillo per comportamento non regolamentare, angoli 10-4, recuperi 3′ pt e 5′ st.