Avellino ancora in festa, conquistato lo scudetto di Serie D

Al 2′ azione di Alfageme sulla sinistra con la palla che arriva sui piedi di De Vena, l’attaccante a rimorchio di prima prova a sorprendere il portiere con un bel rasoterra, sfera a lato di un nulla. Pressing alto degli uomini di Bucaro che stroncano sul nascere le azioni d’attacco del Lecco, poi al 7′ serpentina pazzesca di Parisi, il classe ’00 degli irpini all’ultima istante si perde il pallone e l’azione sfuma. I lombardi faticano a rendersi pericolosi, difende bene e con ordine l’Avellino. Al 13′ ci prova D’Anna, tiro al volo sul quale si salvano gli irpini. Passano pochi minuti e i lombardi conquistano un buon calcio piazzato dal limite destro dell’area di rigore. Nel giro di 60” doppia palla gol, una per parte, prima De Vena si presenta dinanzi a Safarikas ma si fa ipnotizzare dal portiere greco che resta in piedi fino all’ultimo istante. Sul capovolgimento di fronte errore di Parisi con la palla che in maniera rocambolesca termina sui piedi di D’Anna, l’attaccante del Lecco calcia malamente dinanzi al portiere ma protesta per un presunto tocco da dietro..Nel giro di pochi minuti pericoloso due volte Capogna, gli irpini col passare dei minuti calano ma al 34′ vanno comunque ad un passo dal gol del vantaggio. Azione travolgente sulla sinistra da parte di Parisi, ubriacato il proprio marcatore diretto poi col sinistro calcio sopra la traversa da buona posizione. Inizio ripresa scoppiettante, al 50′ Di Paolantonio raccoglie una corta respinta e in area da buona posizione col destro manda sopra la traversa. Al 55′ si materializza il vantaggio del Lecco: bellissima azione corale sulla sinistra per i lombardi, Silvestro per D’Anna che serve Capogna, l’attaccante da pochi passi non sbaglia. Passano pochi minuti ed al 59′ pareggia l’Avellino, calcio di punizione battuto da Di Paolantonio dalla destra, svetta Morero che di testa non lascia scampo al portiere. Il titolo di Campione d’Italia Serie D si decide dunque dal dischetto dove il Lecco ne sbaglia quattro di fila, festeggia l’Avellino con i rigori realizzati da Morero e Di Paolantonio.