Arriva la tassa sugli zerbini, ecco chi paga

Immagine tratta dal web

Se lo zerbino posto davanti ad un negozio reca il marchio dell’esercizio commerciale in questione, va visto come pubblicità. E per questo, bisogna pagare l’imposta apposita.

Commercianti sul piede di guerra nella città di Modena per la nuova cartella esattoriale inviata dall’Ica, società che per conto dell’Ente Comune si occupa della riscossione delle tasse sulla pubblicità. Come racconta il portale quifinanza.it, nel dettaglio, alcuni commercianti si sono ritrovati nella posta una multa da pagare per “pubblicità non dichiarata”. Il tutto, perché avevano, all’uscio del proprio negozio, lo zerbino col marchio della loro attività.

Sulle prime alcuni avevano pensato ad uno scherzo, poi alla consapevolezza che era tutto vero l’inferno. A scagliarsi contro l’Ente è stato Confesercenti Modena, che proprio sul portale sopracitato ha chiesto “la rapida eliminazione di quella che, a tutti gli effetti, risulta una gabella del 21esimo secolo: ingiusta, ridicola e bizzarra”.

Secondo Confesercenti Modena, pare le multe siano arrivate senza che un funzionario sia passato prima per formalizzare la contestazione. E ora, i commercianti hanno 60 giorni di tempo per pagare.