Arrestato ristoratore salernitano, minacciò il sindaco Napoli ed alcuni vigili

Ai domiciliari Luca Avallone, un ristoratore salernitano che minacciò il sindaco di Salerno Napoli e i vigili urbani durante un controllo amministrativo. E’ successo qualche ora fa a Salerno, dove il titolare dello storico ristorante “La Lampara” in largo Antica Corte, ha ricevuto l’accusa di violenza e minaccia contro pubblico ufficiale.

Poco prima di Natale il Sindaco facente funzioni stava effettuando dei controlli inerenti il nuovo dehor che Avallone aveva fatto installare all’esterno del suo locale e che avrebbero scatenato l’ira dell’uomo. Poi, poco meno di un mese dopo, il ristoratore è stato nuovamente protagonista di uno scontro, questa volta con alcuni vigili urbani che avrebbero parcheggiato la loro auto dinanzi il locale dell’uomo infastidendo, a detta di Avallone, la clientela de “La Lampara”.

Già dopo quell’episodio Luca Avallone venne fermato per oltraggio a pubblico ufficiale, ma rilasciato dopo qualche ora. Nella giornata di ieri, però, “la Procura della Repubblica di Salerno ha delegato alla Squadra Mobile del capoluogo l’esecuzione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari a causa di indizi di colpevolezza in ordine al reato di cui all’art 336 c.p (violenza e minaccia a pubblico ufficiale)”- come si legge dal comunicato ufficiale della Questura.

Francesca Caso