Angri. Tenta di lasciare la fidanzata e finisce sotto accusa

Lui cerca di lasciarla, lei si sente male e tenta il suicidio, poi tutto si capovolge e lui finisce per essere accusato di persecuzioni ai danni dell’ex.

È questa la singolare storia che viene dalla città di Angri e che ha visto coinvolti due ragazzi. Come racconta il quotidiano La Città oggi in edicola, tutto era partito dalla volontà del ragazzo di lasciare la sua fidanzatina. Da lì, una serie di comportamenti anche piuttosto forti, con relative minacce di suicidio. “Se mi lasci mi uccido” le parole più frequenti dette dalla ragazza, 16enne. Qualcosa, però, nel tempo è cambiato. E il giovane, dalla volontà di lasciarla, è passato al desiderio opposto. Una situazione che sembrerebbe essersi ribaltata così, all’improvviso, e che ha visto il ragazzo (18enne) comportarsi con “atteggiamenti persecutori e comportamenti censurabili”. Da lì, la denuncia della ragazza e dei suoi familiari. Forte la decisione del giudice, che ha decretato che il ragazzo non potrà avvicinarsi alla sedicenne ne tantomeno potrà frequentare i posti frequentati abitualmente da lei.