Angri – Scuola, la ripartenza dopo la fase post Covid, la nota di Alberto Barba

L’avvio dell’Anno Scolastico 2020/2021 è un argomento di grande attualità, di interesse generale, molto discusso sui tavoli dell’Amministrazione Centrale e Locale.

Il 26 giugno 2020 viene pubblicato il Piano scuola 2020/2021. Un documento ufficiale che non prevede fondi e direttive chiare, ma si limita a derogare la responsabilità di ogni decisione ai dirigenti scolastici e infine, per le cose non citate, si rifà al verbale del Comitato Tecnico Scientifico di un mese prima, quello del 28 maggio 2020. Una decisione ufficiale però è stata presa con chiarezza grazie all’Ordinanza Ministeriale, firmata dalla Ministra Azzolina, n. 69 del 23 luglio 2020, con la quale sono state invitate tutte le regioni italiane a far cominciare il proprio calendario scolastico delle attività didattiche il 14 settembre 2020, in BARBA al Principio di Sussidiarietà e di tutta la normativa annessa, compreso l’art. 138 del Decreto Legislativo n. 112 del 1998  che affida all’Amministrazione Regionale la competenza esclusiva in materia di “Calendario Scolastico”.

Detto questo, passiamo alla nostra realtà locale, alla nostra cara comunità scolastica Angrese. L’Ente comunale, in questa emergenza epidemiologica, ha sempre attenzionato la scuola del proprio territorio. Decine sono stati i tavoli tecnici con i dirigenti scolastici delle scuole del Primo Ciclo di Istruzione. In tali occasioni non è mai mancato il confronto sulle direttive nazionali in tema di distanziamento sociale, sicurezza e prevenzione al contagio da Covid 19, aiuti alle famiglie indigenti e agli alunni!

Ad oggi il Comune di Angri, in sinergia con le Scuole di sua competenza, con le Parrocchie e le Scuole Paritarie del territorio, è riuscito a reperire quasi tutti gli spazi necessari al fine di garantire il distanziamento sociale tra gli alunni, evitando così l’ipotesi dei doppi turni. Certo, rimangono poche classi ancora fuori… ma stiamo continuando a lavorare per reperire ulteriori spazi. Certo che a questo punto, se il Governo avesse fatto la sua parte, non saremmo arrivati al 31 agosto senza sapere ancora l’entità delle risorse disponibili per l’acquisto, il fitto e/o il leasing di strutture mobili, utili a reperire spazi aggiuntivi. Infatti la Ministra Azzolina ha cominciato a parlare di utilizzo nelle scuole di strutture mobili e tensostrutture il 3 giugno 2020, peccato però che il decreto di assegnazione del fondo nazionale per coprire questa spesa sia arrivato solo il 14 agosto 2020 e al momento non è stato ancora ripartito tra le varie autonomie locali.

Adesso parliamo dei banchi monoposto! Il Comune di Angri era pronto ad acquistare 160.000 euro di banchi monoposto già dal 15 luglio 2020. A bloccare tutto è stata la dichiarazione del Presidente Arcuri e della Ministra Azzolina che l 13 luglio scorso hanno presentato il mega bando per la fornitura di 3 milioni di banchi monoposto. Questo bando ha di fatto bloccato il nostro acquisto di banchi! Al fine di non accavallare gli ordini ed evitando ogni tipo di danno erariale abbiamo di riformulato le schede progettuali degli acquisti destinando la metà del predetto importo in lavori di edilizia scolastica leggera.

Noi però non abbiamo aspettato nessuno… ci siamo mossi in anticipo nella premura di assicurare un avvio dell’Anno Scolastico 2020/2021 in piena sicurezza.

Ogni scuola del Primo Ciclo avrà dal Comune di Angri, entro la fine di ottobre, una fornitura di arredo scolastico, comprendente banchi monoposto per la primaria, banchi esagonali per l’infanzia, cattedre ed armadietti. Inoltre, ogni scuola è attualmente oggetto di interventi di edilizia scolastica leggera.

Grazie a tutti questi interventi, saranno scongiurati i doppi turni per quasi tutte le classi della nostra comunità scolastica e stiamo continuando a lavorare affinché questo “quasi” scompaia del tutto!

È da dire però che la Scuola Angrese non è attenzionata dall’Amministrazione locale da almeno 20 anni. Si parla di contrastare il contagio da Coronavirus con interventi di edilizia scolastica senza sapere però che si dovrebbero recuperare, prima di cominciare a parlare di Covid 19, tutti quegli interventi mai fatti nelle scuole di Angri da vent’anni a questa parte. In molte scuole, infatti, sono presenti servizi igienici realizzati negli anni ‘80, mai ristrutturati, a dir poco fatiscenti e poco efficienti nel prevedere una lotta al contagio! In tutte le scuole ci sono seminterrati mai finiti, ricettacoli di polvere, animali vari e di strane idee! Se fossero stati completati, almeno nell’impiantistica e nella pavimentazione, avrebbero rappresentato ottimi spazi alternativi per il distanziamento sociale.

Insomma… la Scuola è messa male a livello Nazionale, ma se l’Anno scolastico comincerà ad Angri, sarà solo merito della sinergia istaurata tra Scuole, famiglie ed Ente Locale.

Sono orgoglioso di essere stato, in piccola parte, l’artefice di questo piccolo successo della Comunità Scolastica, e soprattutto, viste le prossime elezioni, di aver ricoperto, dal 3 marzo 2020, il ruolo di Vice Sindaco e di Assessore alla Pubblica Istruzione. Altrettanto orgoglioso sono nel presentare alle prossime elezioni del 20 e 21 settembre 2020 la Lista Civica Scuola al Centro. Una lista elettorale sicuramente unica nella storia politica del nostro paese, fortemente voluta, spinta e sostenuta in primis da persone legate al mondo della scuola angrese, al fine di poter attendere ed ascoltare i bisogni e le necessità di una comunità scolastica sempre più articolata.

I principali obiettivi che il gruppo Scuola al Centro si prefissa sono:

  • Istituzione del servizio piedibus e bicibus (dove possibile);
  • Fondi alle scuole per garantire il diritto allo studio degli alunni dei nuclei familiari disagiati;
  • un piano triennale di manutenzione ordinaria e straordinaria, condiviso e partecipato;
  • Partecipazione ad Avvisi Europei al fine dell’approvvigionamento dei fondi comunitari necessari ad ampliare i percorsi di istruzione (laboratori pomeridiani) e supportare l’Edilizia Scolastica;
  • Un piano organico di Programmi di prevenzione: al bullismo e cyberbullismo, alla dispersione scolastica, all’uso di droghe e sostanze stupefacenti; e di promozione: degli Obiettivi dell’Agenda Europa 2030, del patrimonio artistico/culturale della nostra città;
  • Potenziamento della rete internet delle Scuole, utilizzata dagli studenti e messa a disposizione anche della cittadinanza tramite l’istallazione di access point esterni agli edifici scolastici;
  • Rafforzare la Sicurezza nelle Scuole con l’istallazione di sistemi di videosorveglianza;
  • offrire alla cittadinanza una Scuola Aperta, quale centro di educazione permanente per adulti e piccini, aperta non solo negli orari convenzionali già noti a tutti noi… ma una realtà educativa aperta fino a sera, costituendo per la cittadinanza un concreto centro di aggregazione sano e sicuro (Laboratori di: artigianato creativo, lettura, sport, animazione, spettacolo, musicale, etc.)
  • Sportello di ascolto scolastico/giovanile, a supporto della continuità scolastica e delle esigenze familiari;
  • Completamento dei lavori in tutti i seminterrati delle scuole realizzando, FINALMENTE, i refettori scolastici…in ogni scuola;
  • Istituire commissioni interscolastiche dei Dirigenti, dei docenti, dei collaboratori ATA, dei genitori e degli alunni, al fine di garantire tavoli tecnici ad ampia veduta.