Angri. Scritte sul muro adiacente al Forum dei Giovani

3

 

Scritte d’amore e simboli offensivi disegnati con gesso hanno imbrattato le mura della casa del Cittadino, che da circa un mese è divenuta sede del forum dei Giovani di Angri.

Ecco la risposta dei Giovani del forum al miserabile gesto:

“Tutti si sbattono così tanto per essere alternativi e originali,quando basta così poco per distinguersi dalla massa. L’educazione, ad esempio.”

Vi state chiedendo il perché di questa frase? Lo capirete leggendo..

Questa sera ci siamo trovati in sede per una riunione non ufficiale dove abbiamo discusso del nostro programma e, punto principale della giornata, pre-selezionare i loghi finalisti.

Vogliamo complimentarci con tutti i 12 ragazzi che hanno partecipato! Nonostante tutto abbiamo notato qualcosa, questa sera. “Tenimm’ o’ core Italiano” come direbbe un noto attore, quindi lasciamo correre qualche “pezzo” di cancelleria che qualcuno/a ha voluto prendere, “in prestito”, dalla nostra sede.

Dove NON possiamo transigere è su questo che vedete nelle immagini.

Qualche “persona” molto infantile e povera d’animo ci ha voluto omaggiare della sua arte. Ringraziamo “Marcone”, “Andrea” ed “Elisa” e tutti i loro patetici decori.

Ebbene: avete imbrattato un muro storico della città di Angri.

A dimostrazione di quanto menefreghismo vige in giro. Avete imbrattato il muro della sede del Forum dei Giovani, a pro di cosa? E’ strano quando qualche “elemento” che noi rappresentiamo viene a farci una “dedica”.

Siamo 15 ragazzi dai 17 ai 28 anni e ci siamo messi, tutti indistintamente, in gioco per creare eventi proprio per i giovani, soprattutto per gli stessi che ci dimostrano questo affetto.

Il tutto lo stiamo facendo SENZA interessi né scopi. I nostri progetti vanno, comunque, avanti ed in breve tempo partiranno due iniziative per tutti e TOTALMENTE gratuite.

“La noncuranza per l’ambiente in cui viviamo è il peggior gesto di maleducazione. Coinvolge tutti, persino quei figli che ancora non abbiamo”.

Sulla vicenda esprimono amarezza l’assessore alle politiche giovanili Maria D’Aniello, l’assessore all’Ambiente Maria Immacolata D’Aniello e il consigliere di maggioranza Giuseppe del Sorbo.

Peccato solo che non sia ancora attivo il servizio di videosorveglianza che avrebbe sicuramente dato un volto ed un nome ai trasgressori.